ATENE: L’AMBASCIATORE MARRAS ALLA COMMEMORAZIONE DEI CADUTI NEL NAUFRAGIO DEL PIROSCAFO ORIA

ATENE: L’AMBASCIATORE MARRAS ALLA COMMEMORAZIONE DEI CADUTI NEL NAUFRAGIO DEL PIROSCAFO ORIA

ATENE\ aise\ - Si è tenuta lunedì scorso l’annuale cerimonia di commemorazione degli oltre 4100 prigionieri di guerra italiani, morti nel naufragio del piroscafo Oria, affondato nei pressi di Capo Sunio il 12 febbraio 1944 mentre venivano condotti da Rodi ai campi di concentramento tedeschi. A darne notizia oggi è l’Ambasciata, spiegando che alla cerimonia, svolta presso il monumento inaugurato nel 2014, hanno partecipato l’Ambasciatore Efisio Luigi Marras e l’Addetto per la Difesa Colonnello Enrico Frasson.
Una breve funziona religiosa è stata officiata dal Vescovo di Atene alla presenza del Vicario del Nunzio e di rappresentanti della Chiesa Ortodossa cui ha fatto seguito la deposizione di numerose corone.
In occasione del 74° anniversario dalla tragedia, la partecipazione – riporta l’Ambasciata – è stata nutrita e significativa: rappresentanze diplomatiche e militari di Paese amici, di tutte le forze armate, rappresentanti delle autorità locali, civili e militari e della comunità italiana in Grecia tra cui alcuni studenti della scuola italiana di Atene. La banda musicale della Marina Ellenica ha contribuito a dare solidità all’evento, culminato nel ricordo commosso della testimone del tragico naufragio, signora Kalomira.
Nel suo intervento, l’Ambasciatore Marras, dopo aver sottolineato che si tratta di "un evento importante con il quale si intende ricordare tutti caduti italiani in Grecia - a cui sono dedicati Cimiteri e Sacrari a Salonicco, a Rodi e Cefalonia - oltre ai tanti nostri altri caduti nel Mediterraneo e sulla terraferma” ha voluto ringraziare la “generosità” della popolazione greca della costa dell’Attica “per il soccorso offerto ai pochi superstiti e per aver fornito degna sepoltura ai corpi rinvenuti dopo il naufragio”. La popolazione locale, ha concluso Marras, “ha contribuito in questo modo a tenere viva la memoria della tragedia organizzando spontaneamente celebrazioni e costruendo il memoriale”, al quale, ricorda infine l’Ambasciata, anche il signor Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha reso omaggio nel corso della sua ultima visita ad Atene il 6 settembre 2017. (aise) 

Newsletter
Archivi