POLITICHE 2018/ FARINA (PD): CON IL GOVERNO PD FATTI NON PAROLE

POLITICHE 2018/ FARINA (PD): CON IL GOVERNO PD FATTI NON PAROLE

ROMA\ aise\ - “Dopo 5 anni di governo a guida democratica, si torna al voto. Gli italiani all’estero votano per la quarta volta (2006, 2008, 2013 e 2018). Un diritto che permette a oltre 4 milioni di italiani di partecipare alla scelta del Governo del Paese”. Così scrive Gianni Farina, deputato uscente e di nuovo candidato con il Pd alla Camera nella ripartizione Europa, in un messaggio agli elettori in cu sostiene che “dopo i tagli folli praticati dal 2008 al 2012 dai governi di destra, il quadro inizia a cambiare profondamente. Il Partito democratico ha condotto l’Italia fuori dalla crisi. È cresciuto il prodotto interno lordo, è cresciuta l’esportazione, è cresciuto il ruolo in Europa”.
“Nell’ultima legge di bilancio 2018 – continua il deputato – sono stati destinati 150 milioni di euro in 4 anni per il Fondo di promozione della lingua e della cultura; per gli Istituti di cultura (+ 12,7 milioni in 3 anni), per i Corsi di lingua e cultura (+ 2,1 milioni), per le Scuole paritarie (1,8 ml), per le sezioni di italianistica (+6,5 ml in 3 anni); + 50 unità di personale scolastico. Anche per i servizi consolari è stata invertita la rotta: +300 nuove assunzioni nei Consolati; +4 milioni di euro per il rafforzamento dei consolati provenienti dalle pratiche di cittadinanza; +600.000 per adeguamenti salariali del personale e piena copertura previdenziale per il personale a contratto. Per la promozione dell’Italia, turismo e commercializzazione dei prodotti italiani, sono state destinati 15 milioni di euro”.
“Nella nuova legislatura – aggiunge il candidato Pd – vogliamo aprire una seconda stagione di riforme per permettere al nostro Paese di essere più forte e più giusto. Più forte in Europa e più giusto con i suoi cittadini. Come abbiamo fatto con i pensionati nel 2015, l’abolizione dell’IMU va estesa a tutti i proprietari della prima casa in Italia residenti all’estero. E con l’IMU vanno abolite le altre inique tasse: TARI, TASI e RAI. Ora è possibile. I conti pubblici consentono di intervenire sul pacchetto fiscale. La valorizzazione dei 5 milioni di italiani nel mondo è l’asse portante della nostra politica per i connazionali all’estero. Vogliamo mettere in campo interventi per proseguire la modernizzazione dei servizi consolari e dell’AIRE; vogliamo realizzare una seria e aggiornata anagrafe delle associazioni italiane nel Mondo per coinvolgerle nel sistema Italia all’estero”.
“È il momento di chi non vende fumo ma offre solidità. È il momento della serietà e della responsabilità”, conclude Farina. “Con il vostro sostegno, vorrei continuare a portare avanti con competenza, passione e lealtà il lavoro in Parlamento per un’Italia più giusta e riconoscente verso i suoi cittadini in Svizzera, in Europa e nel Mondo”. (aise) 

Newsletter
Archivi