"ABITI DA LAVORO": A TORONTO IL DESIGN SECONDO ALESSANDRO GUERRIERO

"ABITI DA LAVORO": A TORONTO IL DESIGN SECONDO ALESSANDRO GUERRIERO

TORONTO\ aise\ - Una mostra che esplora in maniera giocosa gli abiti da lavoro. Creata e curata dall'architetto, designer e artista milanese Alessandro Guerriero, "Abiti da lavoro" comprende 40 lavori di artisti, designer e architetti italiani, inclusi Issey Miyake, Erwin Wurm, Vivienne Westwood, Elio Fiorucci e Coop Himmelb(l)au, che saranno presentati al pubblico al 235 di Queens Quay West a Toronto sino al 23 aprile.
La mostra, organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Toronto in collaborazione con Harbourfront Centre, è stata inaugurata venerdì scorso, 27 gennaio, e sarà aperta con ingresso libero.
Alessandro Guerriero muove i primi passi ad Alchimia, contribuendo a renderlo uno dei poli più vitali nell’evoluzione del design d’avanguardia italiano, con opere presenti nelle collezioni permanenti del Museum of Modern Art di Kyoto, la Twentieth Century Design Collection del Metropolitan Museum of Art di New York, il Museum für Angewandte Kunst di Vienna, il Groninger Museum in Olanda, il Louisiana Museum of Modern Art in Danimarca, il Kunstmuseum di Düsseldorf e il Museum of Modern Art di Boston. Nel 1984 Guerriero è premiato con il prestigioso Compasso d’Oro per la ricerca nel design, mentre nel 1987 diventa uno dei membri fondatori di Domus Academy, la più importante scuola di design post-universitaria di Milano. Tra il 2004 e il 2010 Alessandro Guerriero diventa Presidente della Naba e partecipa come relatore di seminari e meeting nelle università più prestigiose del mondo. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi