VOTO VENEZUELA/ TAJANI: UN TRISTE GIORNO PER LA DEMOCRAZIA

VOTO VENEZUELA/ TAJANI: UN TRISTE GIORNO PER LA DEMOCRAZIA

BRUXELLES\ aise\ - “È un triste giorno per la democrazia in Venezuela, per l’America Latina e per il mondo perché sono stati violati i trattati internazionali, la Costituzione del Paese e, ancora più grave, si agisce contro il volere del popolo. Non è la risposta giusta ai problemi di confronto politico e alla crisi umanitaria che stanno devastando il paese”. Così il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani che oggi, all’indomani del voto sulla costituente voluta da Maduro, ha parlato al telefono con il leader dell’opposizione, Leopoldo Lopez. Per Tajani l’elezione di ieri è stata “fraudolenta e illegittima”.
“Nelle ultime 24 ore la repressione chavista ha raggiunto livelli impensabili”, continua il Presidente del Parlamento Ue. “La comunità internazionale non può rimanere in silenzio davanti ad un numero così elevato di morti in Venezuela. Non è stata data la possibilità alla stampa di presidiare e riportare notizie dai seggi elettorali, ulteriore segno di assenza di democrazia del regime in carica”.
“Come Presidente del Parlamento europeo, l’unica istituzione direttamente eletta dai cittadini europei, esprimo il mio totale supporto ai rappresentanti del popolo venezuelano: insieme all’Assemblea nazionale non riconosciamo questa elezione” aggiunge Tajani. “È chiaro che il regime in carica voglia mantenere il potere. Il volere del popolo è di cambiare tale regime. È per questo che è necessario indire nuove elezioni democratiche ora”.
“Il Parlamento europeo nella sua ultima risoluzione sulla situazione in Venezuela ha chiesto di inviare una delegazione parlamentare nel paese”, ricorda Tajani prima di concludere: “consulterò i gruppi politici al Parlamento europeo su questa questione”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi