FONDI E CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DEGLI ESULI ISTRIANI FIUMANI E DALMATI: LA POSIZIONE DELL’UNIONE DEGLI ISTRIANI

FONDI E CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DEGLI ESULI ISTRIANI FIUMANI E DALMATI: LA POSIZIONE DELL’UNIONE DEGLI ISTRIANI

TRIESTE\ aise\ - Si terrà mercoledì prossimo, 11 ottobre, nella Sala della Dieta a Palazzo Tonello a Trieste la conferenza convocata dal presidente dell’Unione degli istriani, Massimiliano Lacota, per rendere nota la posizione dell’associazione in merito alla questione relativa alle “preoccupanti notizie e alle conseguenti evidenze, sottolineate dalle documentazioni pubblicate nell’ultimo bimestre dall’onorevole Renzo de’ Vidovich, sulle modalità di assegnazione e rendicontazione dei fondi e contributi erogati dal Governo italiano tramite la legge 72/2001 al variegato panorama associativo della Diaspora giuliano-dalmata”.
La conferenza, spiega l’Unione degli istriani, fa seguito a “diversi aspetti poco chiari, emersi dagli approfondimenti che l’Unione degli istriani ha svolto in queste settimane, nelle modalità di valutazione dei progetti presentati dalle associazioni beneficiarie e quindi nelle modalità di quantificazione dei contributi erogati e spesi, soprattutto, dai soggetti assegnatari”.
L’associazione “esige dal Governo la massima trasparenza e chiarezza rispetto a tali modalità, trattandosi di fondi pubblici e non esiterà a chiedere, qualora ne ravvisasse l’opportunità. L’intervento della Magistratura contabile della pubblica amministrazione competente per verificare la regolarità degli interventi”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi