IL TRENTINO SI PROMUOVE IN RUSSIA E LA RUSSIA IN TRENTINO

IL TRENTINO SI PROMUOVE IN RUSSIA E LA RUSSIA IN TRENTINO

TRENTO\ aise\ - Quelli appena trascorsi sono stati dieci giorni all’insegna del rafforzamento dei rapporti economici, tecnologici e istituzionali tra il Trentino e la Federazione Russa. Prima con la presenza a Trento della Moscow Innovation Agency – l’Agenzia per l’innovazione lanciata dalla Municipalità di Mosca per trasformare in 10 anni la capitale russa in una delle principali smart city mondiali – che ha voluto inaugurare il suo Roadshow europeo (con tappe in 18 capitali) con un workshop presso l’Università di Trento promosso in cooperazione con i principali player economici e tecnologici provinciali. Poi la missione economico-commerciale a Ekaterinburg e Novosibirsk organizzata da Trentino Sviluppo dal 9 al 14 luglio in collaborazione con le Agenzie italiane per il commercio estero delle omonime città e la Provincia autonoma di Trento.
Una due-giorni, quella dell’Agenzia per l’innovazione di Mosca, presente con il suo segretario generale e con il direttore degli affari internazionali del Politecnico di Mosca, assai fitta, con incontri bilaterali con le imprese insediate nel Polo Meccatronica e in Progetto Manifattura, con i vertici dell’Ateneo dell’Università degli Studi di Trento, un workshop alla presenza di oltre 100 tra ricercatori, studenti e imprese e un meeting conclusivo con l’Assessora all’università e alla ricerca della Provincia autonoma di Trento, Sara Ferrari.
La missione in Russia seguita pochi giorni dopo ha consentito a sei imprese trentine dei settori meccanica-meccatronica, cosmesi e design industriale di partecipare a Innoprom, la fiera dell’industria di Ekaterinburg, una delle più prestigiose dell’Eurasia. Fiera internazionale che quest’anno parla italiano: Trentino Sviluppo è infatti stata presente all’interno del Padiglione Italia organizzato dall’Agenzia ITA per la promozione del commercio estero con uno stand sulle opportunità di ricerca e investimento offerte dal territorio provinciale, come la ProM Facility, il nuovo laboratorio di prototipazione rapida di Polo Meccatronica. Tra i visitatori del Padiglione italiano anche il ministro del commercio e dell’industria della Federazione russa Denis Manturov, che ha così potuto scoprire in prima persona le peculiarità del sistema tecnologico italiano e trentino presenti in fiera.
La partecipazione della delegazione trentina a Innoprom si è collocata nell’ambito della più ampia missione economico-istituzionale a Ekaterinburg e Novosibirsk, organizzata da Trentino Sviluppo tra il 9 e il 14 luglio per supportare le aziende trentine che intendano investire e costruire nuove relazioni commerciali in queste due metropoli dalla forte vocazione industriale, ricche di materie prime e sede di innovativi enti di ricerca, come il Technopark di Novosibirsk. Alla missione hanno aderito sei imprese locali espressione dei settori della meccanica-meccatronica, della cosmesi e del design industriale, ovvero Bonfiglioli, che produce riduttori, motoriduttori, inverter e motori elettrici, Idrochemical con le sue pompe centrifughe per servizi chimici, Metalworking, attiva nella trasformazione di metalli e apparecchiature meccaniche, Pama con le sue alesatrici, fresatrici e centri di lavoro, Effegilab, attiva nella ricerca e produzione di nutriceutici e cosmetici e Phox, che offre divisioni per la realizzazione di impianti galvanici e servizi di design industriale.
Per loro Trentino Sviluppo, in collaborazione con le Agenzie italiane per il commercio estero (ITA) di Mosca, Ekaterinburg e Novosibirsk, ha predisposto studi di fattibilità e schede aziendali in cirillico e organizzato 120 incontri commerciali e una ventina di visite in azienda in entrambe le città russe.
La delegazione trentina ha inoltre avuto importanti meeting con la Municipalità di Novosibirsk, che ha manifestato un forte interessamento per le attività sviluppate in Provincia di Trento nell’ambito delle cosiddette Smart City. Durante l’incontro con il Governo dell’Oblast di Novosibirsk e con il neo costituito Dipartimento regionale di sviluppo economico e di promozione territoriale sono stati invece individuati dei possibili futuri percorsi di collaborazione negli ambiti della meccatronica, delle biotecnologie, dell’agricoltura e dell’alimentare.
La missione è stata dunque l’occasione per rinsaldare i rapporti tra la nostra Provincia e alcuni enti locali e regionali russi e per consolidare i rapporti avviati nel 2015 con la sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione tra Trentino Sviluppo e Technopolis Moscow e rafforzatisi con la missione istituzionale a Mosca nel novembre 2016 e con l’incoming di quindici operatori economici russi a Rovereto nel marzo 2017. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi