IMPRENDITORI COMASCHI IN MISSIONE A BRUXELLES

IMPRENDITORI COMASCHI IN MISSIONE A BRUXELLES

COMO\ aise\ - Il Consiglio di Presidenza di Unindustria Como, guidato dal Presidente Fabio Porro, e i Presidenti dei Gruppi Merceologici dell’Associazione di Via Raimondi, sono stati in missione ieri e oggi, 25 e 26 settembre, a Bruxelles. Si è trattato di due giorni di incontri serrati e di confronti che hanno avuto l’obiettivo di avvicinare sempre di più le imprese alle istituzioni europee.
Se è vero, infatti, che oltre il 70% delle decisioni che avvengono in sede europea si trasforma in leggi nazionali vincolanti, per Unindustria Como “appare sempre più indispensabile aprire un dialogo con le figure chiave che assumono queste decisioni”. Per questo, si sottolinea, il programma ha previsto incontri con Europarlamentari e con i principali dirigenti e funzionari della Commissione Europea.
Particolare attenzione è stata riservata alla politica commerciale dell’Unione Europea che impatta in maniera straordinaria sulle imprese italiane e comasche, in particolare, in considerazione della loro spiccata propensione all’export. Dopo la soddisfazione espressa per l’entrata in vigore dell’Accordo di libero scambio con il Canada (CETA), gli imprenditori comaschi hanno sollecitato la prosecuzione dei negoziati di maggiore importanza come quelli con il Messico, la Corea del Sud ed il Giappone e hanno approfondito i cambiamenti dei rapporti tra Unione Europea e Stati Uniti in seguito alla nuova amministrazione americana. Anche il tema Brexit è stato inserito nell’agenda della delegazione comasca che ha analizzato le prospettive future alla luce di questo cambiamento epocale.
I diversi rappresentanti delle industrie comasche – riporta Unindustria – hanno portato all’attenzione dell’Europa il tema della tracciabilità nel settore tessile abbigliamento come strumento efficace per dare evidenza al contenuto di sostenibilità già presente all’interno della filiera tessile del nostro distretto. Inoltre sono state approfondite tutte le iniziative della Commissione Europea a supporto dell’industria 4.0. La missione ha visto anche la partecipazione degli imprenditori comaschi all’evento a supporto della candidatura di Milano come sede dell’European Medicines Agency (EMA) dove erano presenti gli esponenti delle principali istituzioni lombarde ed è terminata con l’ingresso al Parlamento Europeo dove, insieme agli eurodeputati presenti, sono stati analizzati i principali dossier di interesse per l’industria italiana. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi