A VISINADA E VILLANOVA TEMPO DI FESTE CON LE COMUNITÀ ITALIANE

A VISINADA E VILLANOVA TEMPO DI FESTE CON LE COMUNITÀ ITALIANE

FIUME\ aise\ - Domenica, 13 agosto, tempo di feste per le comunità italiane in Istria. Sì è svolta infatti a Visinada, co-organizzata dalla locale Comunità degli Italiani presieduta da Neda Šaincic Pilato, la XXI edizione della manifestazione “Dolce Istria – Slatka Istra”, una competizione per pasticceri dilettanti su ricette tradizionali istriane.
Il programma della giornata, oltre alla gara culinaria, ha incluso l’esibizione delle bande d’ottoni della Comunità degli Italiani di Visinada e di Castua, dei “Ribalta band” e della cantante Maja Šuput. Gli ospiti sono stati inoltre accompagnati dallo storico dell’arte Marino Baldini in visita ai capolavori artistici della Chiesa della Beata Vergine Assunta.
Presenti all’evento il console generale d’Italia a Fiume, Paolo Palminteri, la vicepresidente della Regione Istriana, Giuseppina Rajko, il presidente della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, il segretario della Giunta Esecutiva dell'Unione Italiana, Marin Corva, e il sindaco di Visinada, Marko Ferenac.
Contemporaneamente a Villanova si è svolta la tradizionale Festa di San Lorenzo e Giornata della Comunità, organizzata dalla locale Comunità degli Italiani, presieduta da Lorena Lubiana Bellè.
Durante la giornata si sono sono esibiti i cori delle Comunità degli Italiani di Villanova, Sissano e Matterada, la Filodrammatica della Comunità degli Italiani di Matterada, i bambini della Comunità degli Italiani di Villanova, i musicisti Stefano Hering e Leonardo Klemenc del Gruppo “Calegaria” di Capodistria e la Banda di Ottoni della Comunità degli Italiani di Buie.
Presenti all’evento il presidente dell’Unione Italiana, On. Furio Radin, il presidente della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, il vicepresidente dell'Assemblea dell’Unione Italiana, Paolo Demarin, il sindaco di Verteneglio, Paolo Klaric, la vicepresidente della Regione Istriana, Giuseppina Rajko, e la rappresentante dell'Università Popolare di Trieste, Susanna Isernia. (aise) 

Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli