LA COOPERAZIONE ITALIANA IN SUDAN: MATERIALE INFORMATICO PER IL PROGRAMMA DI DISARMO DEMOBILIZZAZIONE E REINTEGRAZIONE

LA COOPERAZIONE ITALIANA IN SUDAN: MATERIALE INFORMATICO PER IL PROGRAMMA DI DISARMO DEMOBILIZZAZIONE E REINTEGRAZIONE

KHARTOUM\ aise\ - Si è svolta oggi, 12 settembre, a Khartoum, nella sede centrale del Disarmement, Demobilization and Reintegration Program (DDR), la cerimonia di inaugurazione e messa in funzione del materiale informatico recentemente donato alle istituzioni sudanesi dalla Cooperazione italiana, per il tramite dell’Agenzia italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo (AICS) a Khartoum.
All’inaugurazione hanno partecipato il Commissario Generale del DDR, il Direttore Pianificazione per la Cooperazione Internazionale del Ministero degli Esteri sudanese, l’Ambasciatore d’Italia in Sudan Fabrizio Lobasso e il Direttore AICS Khartoum Vincenzo Racalbuto.
La donazione di circa 25.000 euro ha compreso materiale informatico cruciale per il lavoro di pianificazione e sviluppo della DDR, come computer portatili, server, stampanti e soprattutto programmi online per l’identificazione e registrazione di ex combattenti, la cui reintegrazione nella società civile e nell’ambiente lavorativo è una priorità assoluta per l’amministrazione sudanese.
“Questo nuovo intervento della Cooperazione Italiana in Sudan si inscrive nell’ambito del supporto italiano al rafforzamento della capacity bulding della DDR e delle istutuzioni locali, quale contributo diretto alla stabilizzazione del paese e allo sviluppo a lungo termine di una strategia inclusiva per le popolazioni vulnerabili e per la societa’ civile colpita dalle confrontazioni belliche”, ha dichiarato l’Ambasciatore Lobasso.
L’impegno della DDR per la stabilizzazione e pacificazione nel paese ha permesso ino ad oggi il reinserimento nella società sudanese di circa 38.000 ex-combattenti, con una demobilizzazione totale dai teatri di guerra di circa 54.000 unità. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi