GASTROCULT FESTIVAL: L’UNGHERIA TRA SAPORI E CULTURA SI PRESENTA A ROMA

GASTROCULT FESTIVAL: L’UNGHERIA TRA SAPORI E CULTURA SI PRESENTA A ROMA

ROMA\ aise\ - Il 29 e 30 settembre prossimi l’Accademia d’Ungheria in Roma ospiterà il GastroCult Festival “L’Ungheria tra sapori e cultura”, un viaggio gastro-culturale alla scoperta dei sapori e della cultura ungheresi da mille tradizioni.
Il Festival, ad ingresso gratuito, prenderà il via venerdì 29 settembre alle ore 18.00 con la presentazione e la degustazione di uno dei piatti tipici della campagna magiara, del cosiddetto spezzatino di maiale mangalica con lo slambuc (pasta con le patate, piatto tipico dei pastori), cui seguirà una degustazione di prodotti tipici ungheresi (formaggi, affettati, salcicce, lardi, marmellate, creme di verdure grigliate). Il tutto accompagnato da una selezione di vini provenienti dalla regione vitivinicola di Csopak (comune di Veszprém, lago Balaton) e musica & danza popolare dal vivo.
La serata si concluderà con la proiezione in ungherese con sottotitoli in italiano del “gulash western ungherese” cioè “Talpuk alatt fütyül a szél”(1976, ’87- The Wind is whistling under their feet) del regista György Szomjas.
Sabato 30 alle ore 18.00 il pubblico potrà assistere ad una seconda degustazione di prodotti tipici ungheresi a cura dell’azienda Nánási portéka, nonché ad una degustazione di vini provenienti sempre dalla regione vitivinicola di Csopak (comune di Veszprém, lago Balaton).
Il GastroCult Festival - organizzato dall’Accademia d’Ungheria in Roma in collaborazione con il comune di Hajdúnánás, Csopak, Panyola, Mátraderecske, l’Associazione di Città e villaggi (Városok, Falvak Szövetsége) - si concluderà a suon di musica & danza popolare dal vivo. (aise) 

Newsletter
Archivi