ARRESTO BATTISTI/ BUENO (MISTO): L’ARRESTO RAFFORZA LA NECESSITÀ DELL’ESTRADIZIONE

ARRESTO BATTISTI/ BUENO (MISTO): L’ARRESTO RAFFORZA LA NECESSITÀ DELL’ESTRADIZIONE

ROMA\ aise\ - Cesare Battisti è stato arrestato ieri a Corumbà, nello stato brasiliano del Mato Grosso do Sul, mentre tentava di attraversare la frontiera per la Bolivia. Per Renata Bueno (Misto), deputata eletta in Sud America e residente in Brasile, “si è trattato di un chiaro tentativo di fuggire da un processo di estradizione imminente, visto che il governo italiano aveva recentemente fatto domanda al Brasile affinché fosse annullato lo stato di rifugiato politico concesso sette anni fa all’ex terrorista”. La deputata ha ricordato, infatti, che l’estradizione era stata approvata dal Supremo Tribunale Federale nel 2009 e che non era stata eseguita solo a causa di un’azione politica del PT.
“Cesare Battisti è un criminale comune e non sussistono i motivi perché sia considerato un rifugiato politico”, continua Bueno. “Ci auguriamo che adesso il governo brasiliano annulli l’atto di Lula e mandi questo criminale in Italia, dove avrebbe dovuto scontare la sua pena da sempre”. La parlamentare che, come italo-brasiliana, è sempre stata particolarmente sensibile a questo caso, che ha anche avuto sequele nei buoni rapporti tra i due Paesi, ha ricordato alla stampa brasiliana come lo status di rifugiato politico concesso a Battisti costituisca “un’evidente violazione del trattato di estradizione firmato tra Brasile e Italia, oltre che dello spirito democratico della Costituzione brasiliana del 1988. L’Italia è una democrazia piena dalla fine della seconda guerra mondiale. Non esistono ragioni per cui Battisti non debba essere estradato per pagare i suoi crimini commessi verso persone le cui famiglie, tra l’altro, sono ancora in vita”, sostiene Bueno, ricordando infine che l’Italia ha autorizzato, due anni fa, l’estradizione dell’ex presidente della Banca del Brasile, Henrique Pizzolato, anche lui fuggito dal Paese per non scontare la pena che gli era stata imposta per il suo coinvolgimento nel processo del “mensalão”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi