COASIT LONDRA/ BILLI (LEGA): LA MALIZIA DEL PD NON HA FINE

COASIT LONDRA/ BILLI (LEGA): LA MALIZIA DEL PD NON HA FINE

ROMA\ aise\ - Continua il botta e risposta tra i due deputati eletti in Europa Massimo Ungaro ed i colleghi del PD e Simone Billi della Lega intorno al caso della liquidazione del Coasit di Londra e la conseguente chiusura dei corsi di lingua italiana nella stessa circoscrizione.
Billi ricorda che il PD ha presentato una interrogazione parlamentare relativa al blocco delle lezioni dei corsi di italiano che contano attualmente circa 5.000 studenti nella circoscrizione di Londra, blocco, sottolinea il parlamentare della Lega, "causato da irregolarità riscontrate nel bilancio consuntivo 2017 del COASIT, ente gestore di questi corsi".
"Nel comunicato stampa di giovedì 12 luglio", continua Billi, "il PD chiedeva di "accertare eventuali responsabilità contabili del COASIT". Ma quando il PD dava i soldi al COASIT a che pensava? Non si sono mai accorti di niente?".
Ed ancora: "il PD inoltre dichiara che "i controlli sono sempre di natura amministrativa e non a carattere governativo". Ma i Consolati", sottolinea Billi, "dipendono dal Ministero degli Esteri ed il bubbone è scoppiato proprio con il nuovo Governo. Perché il Governo di sinistra non ha richiesto più attenti controlli sugli Enti che ricevono finanziamenti pubblici in passato? Forse qualcuno potrà chiarire questo mio dubbio!".
"Se il PD avesse voluto fare fatti e non solo parole", commenta Billi, "li avrebbe potuti fare nel corso dei numerosi anni durante i quali è stato al governo; non lo hanno fatto, ora i fatti li fa il Governo del Cambiamento", il cui "scopo primario", afferma il deputato della Lega, "è favorire la cultura e la lingua italiana nel mondo e possiamo rassicurare le famiglie degli alunni che il Governo sta lavorando per trovare una soluzione già a partire dal prossimo anno scolastico che si apre a settembre 2018, anche identificando un nuovo Ente a cui assegnare i finanziamenti per i corsi".
"Suggerimenti sono ben venuti da tutti", conclude Billi, "ma rivendicare come proprio ciò che l’attuale Governo sta già facendo è malizia!". (aise)



Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi