DI BIAGIO (AP-CE) ALLA CONTINENTALE EUROPA DEL CGIE: PORTIAMO A BRUXELLES L’IMPEGNO DEL GOVERNO A TUTELA CITTADINI

DI BIAGIO (AP-CE) ALLA CONTINENTALE EUROPA DEL CGIE: PORTIAMO A BRUXELLES L’IMPEGNO DEL GOVERNO A TUTELA CITTADINI

ROMA\ aise\ - “In questi giorni, in qualità di membro del Comitato per le questioni degli italiani nel mondo insieme al presidente Micheloni sarò a Bruxelles per prendere parte alla Commissione Continentale Europa e Nord Africa del Cgie che prevede momenti di approfondimento presso il parlamento Europeo e la camera di Commercio Belgio- Italia”. Ad annunciarlo è il senatore Aldo Di Biagio (Ap - Ce).
“Questo incontro - spiega - si colloca in una fase particolarmente significativa sul fronte della consapevolezza dei diritti dei connazionali nello scenario post Brexit anche in ragione del complesso e valido lavoro svolto dal comitato per le questioni degli italiani nel mondo che con la sua indagine conoscitiva, l’istruttoria istituzionale avviata in Italia e in Uk, le audizioni dei profili istituzionali italiani e britannici ha consentito di collettare informazioni e contributi altrimenti impossibile da acquisire e che ora rappresentano la base di partenza di un percorso di tutela negoziale degli interessi di oltre 3 milioni di cittadini”.
“Arriviamo a Bruxelles – riflette Di Biagio – forti dell’approvazione in comitato di una risoluzione, il cui iter di discussione è stato avviato in aula sebbene non ancora concluso, che tra le altre cose impegna il governo ad adoperarsi insieme ai partner dell’UE affinché si raggiunga al più presto un accordo che garantisca in ogni caso i diritti acquisiti dei cittadini residenti in UK. E le parole della May nella lettera aperta ai cittadini UE in Uk in cui ribadisce che la sua priorità sono i diritti unitamente all’attenzione mostrata in queste ore dal presidente Gentiloni sul carattere fondamentale della tutela degli interessi di centinaia di migliaia di italiani che vivono nel Regno Unito ed il plauso alle attività del comitato da parte del sottosegretario Gozi in risposta al lodevole appello del Presidente Micheloni rivolto al Governo a latere della comunicazione in aula del Premier in vista del prossimo Consiglio europeo, sono il segnale che stiamo percorrendo la strada giusta”.
Quella di Bruxelles, sottolinea Di Biagio, “rappresenta dunque un’opportunità per analizzare gli adeguati strumenti di tutela degli interessi dei cittadini italiani, soffermandoci sui processi d’integrazione politica, sociale, economica, culturale, del mondo del lavoro e della conoscenza. Un argomento determinante sarà anche quello della promozione del sistema Italia, e della valorizzazione degli strumenti culturali, argomento a cui contribuiremo anche veicolando gli impegni e gli elementi tracciati nel documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sulla lingua e cultura italiana nel mondo votato nella giornata di ieri in comitato”.
“Un confronto tra istituzioni e rappresentanti delle collettività all’estero – sottolinea, concludendo, Aldo Di Biagio – che risulta significativo in questo momento per delineare in maniera corale riflessioni e strategie sul breve - medio periodo, con l’auspicio di superare quelle incertezze che le dinamiche di compromissione del ruolo dell’UE in primis con la Brexit, stanno generando”. (aise) 

Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli