MEDAGLIA DELLA LIBERAZIONE: PINOTTI A GENOVA

MEDAGLIA DELLA LIBERAZIONE: PINOTTI A GENOVA

GENOVA\ aise\ - “Oggi c’è una nuova resistenza da combattere, ed è quella contro il terrorismo”. Così il Ministro della Difesa Roberta Pinotti in occasione della cerimonia che si è svolta oggi a Genova per la consegna della medaglia della Liberazione a quattordici partigiani genovesi. Cerimonia alla quale hanno preso parte il Prefetto di Genova, Fiamma Spena, l’Assessore regionale Ilaria Cavo, il Sindaco di Genova, Marco Bucci e autorità militari, civili e religiose, nonché i Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti.
“Una cerimonia commovente e di grande significato, come lo sono state quelle che già si sono svolte in tante città d’Italia dove abbiamo consegnato per la prima volta un riconoscimento a coloro che hanno combattuto per la Liberazione”, ha detto il Ministro.
“L’idea di istituire questa medaglia è nata in modo molto semplice” ha aggiunto “dalla volontà di assegnate per la prima volta un riconoscimento anche a chi ha partecipato alla resistenza”.
Il progetto nacque infatti occasione del 70° anniversario della Liberazione, quale premio, riconoscimento e ringraziamento alle donne e agli uomini che hanno messo la loro vita a disposizione del paese, della democrazia e della libertà.
Nel giorno dell’11 settembre – anniversario dell’attentato terroristico alle Torri Gemelle di New York – il Ministro della Difesa ha parlato del terrorismo e di come anche “nel cuore della nostra Europa, delle nostre citta i rischi vanno aumentando”. Al prezioso e basilare lavoro di Forze dell’ordine, Forze armate, magistratura e Stato, il Ministro Pinotti ha auspicato si affianchi anche “la volontà dei cittadini di non arrendersi alla paura e non cambiare stile di vita”.
La medaglia riproduce un dettaglio della monumentale della cancellata in bronzo del Mausoleo delle Fosse Ardeatine, realizzata dallo scultore Mirko Basaldella. Un capolavoro di spiccato espressionismo, in cui l'avviluppo contorto degli elementi rappresenta figurativamente l'orrore umano di quella tragedia. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi