"LA PRIGIONE ERA LA MIA CASA": LAURA QUERCIOLI MINCER PRESENTA IL SUO LIBRO ALL’IIC DI CRACOVIA

"LA PRIGIONE ERA LA MIA CASA": LAURA QUERCIOLI MINCER PRESENTA IL SUO LIBRO ALL’IIC DI CRACOVIA

CRACOVIA\ aise\ - Domani, venerdì 6 ottobre, alle ore 18.00, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia si terrà la presentazione del libro "La prigione era la mia casa" della scrittrice Laura Quercioli Mincer.
La letteratura del carcere è un corpus sovranazionale di straordinaria ampiezza. Nel volume che verrà presentato si affrontano narrazioni da e sul carcere nella letteratura polacca, la letteratura di un Paese dove, come affermava in un discorso del 1925 il padre della patria, Józef Pilsudski, “molto a lungo il carcere è stato parte integrante della cultura nazionale”. Questi testi, sia che trattino di detenuti politici e di opinione, che di criminali o di ladri, testimoniano dell’esistenza di una ferita e di uno “scandalo” nel corpo vivo delle nostre società, e dell’esigenza insopprimibile di rompere il silenzio sul carcere, di rifiutarne la rimozione.
Laura Quercioli Mincer è professore associato di letteratura polacca presso l’Università degli Studi di Genova. È autrice di oltre un centinaio di titoli tra curatele, articoli scientifici, traduzioni letterarie dal polacco. Fra i suoi volumi, le monografie “Patrie dei superstiti. Letteratura ebraica del dopoguerra in Italia e in Polonia” (Roma, Lithos 2010) e “La prigione era la mia casa. Carcere e istituzioni totali nella letteratura polacca” (Roma, Aracne 2014).
La presentazione del volume a Cracovia si avvarrà degli interventi, oltre che dell’autrice, anche di Stanislaw Obirek dell’Università di Varsavia e Stefan Bielalski dell’Università Pedagogica di Cracovia, con l’introduzione di Ugo Rufino, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi