ANCONA\ aise\ - Valorizzare i giovani talenti marchigiani, favorire la ricerca e gli scambi per potenziare l'innovazione tecnologica e la ricerca sulla medicina molecolare, creare nuove opportunità per le imprese locali del settore. Sono gli obiettivi che si pone il Protocollo d'Intesa per la realizzazione del "Programma Marche 2020 Sanità", sottoscritto nei giorni scorsi tra la Regione, l'Università Politecnica delle Marche, la Fondazione Marche e l'Italian Scientists and Scholars in North America Foundation.

 

All'incontro erano presenti per la Regione il presidente Gian Mario Spacca e il direttore del Dipartimento Salute Carmine Ruta; per l'ISSNAF il presidente Vito Campese; per la Fondazione Marche il presidente Francesco Merloni e il vicepresidente operativo Mario Pesaresi; per l'Università il Rettore Marco Pacetti.

"Oggi sottoscriviamo un accordo importantissimo con straordinarie ricadute sul nostro territorio", ha detto il presidente Spacca. "Con questa intesa, operiamo sul lungo periodo, preparando alle nuove frontiere della scienza medica giovani che, questo l’impegno, rientreranno poi nelle strutture sanitarie marchigiane. L’importanza dell’atto è ancora maggiore visto che la sottoscrizione avviene nel giorno in cui si approva il Piano socio sanitario regionale che organizza nella maniera più appropriata ed efficiente il servizio sanitario per il prossimo biennio. Un ringraziamento particolare va ai soggetti che con noi firmano l’intesa, perché hanno scelto di investire insieme a noi sulle specializzazioni intelligenti. Le Marche per prime hanno interpretato la nuova frontiera della medicina molecolare e lo hanno fatto concretamente. Con l’intesa di oggi apriamo al futuro e alla speranza per tanti giovani".

Anche il presidente Campese ha voluto ringraziare i presenti "per l'opportunità di realizzare un progetto che in alcuni anni darà vantaggi notevoli alle Marche. Apprezzo - ha proseguito - lo sforzo della Regione per aiutare i suoi giovani. È la prima volta che in Italia vedo una cosa del genere: politica, università e imprese insieme per migliorare la propria realtà".

Campese ha tenuto ad evidenziare la sensibilità delle imprese marchigiane: "Finalmente - ha aggiunto - troviamo imprenditori che capiscono l'importanza della ricerca e del progresso scientifico".

Il presidente Francesco Merloni ha sottolineato il grande interesse suscitato da questo progetto nell'ambito della Fondazione Marche che sosterrà economicamente l'iniziativa. "Questa - ha dichiarato – è un'occasione che poche volte si presenta. Siamo lieti di poter collaborare con l'Issnaf e speriamo che questa collaborazione possa estendersi anche ad altri settori. Siamo convinti che questo progetto favorirà le imprese locali che già lavorano nel settore della medicina molecolare e darà un contributo vero allo sviluppo dell'occupazione che è sempre il nostro primo pensiero".

"Il nostro impegno - ha ricordato invece il Rettore Pacetti – è preparare i giovani marchigiani ai massimi livelli e le opportunità che troveranno negli Stati Uniti saranno straordinarie. L’intera comunità regionale deve essere orgogliosa di questo".

A coordinare l'iniziativa sarà il dott. Ruta. A lui il merito di aver introdotto nelle Marche il concetto di medicina molecolare. "È nostra intenzione - ha detto - applicare le nanotecnologie alle patologie del Dna. Lo faremo in particolar modo all'Inrca e al Salesi".

In base a questo accordo i quattro soggetti firmatari collaboreranno nello svolgimento di attività di natura strategica, prevalentemente nel settore biomedico e all'innovazione tecnologica, per sviluppare diverse aree di attività.

In particolare, Formazione scientifica: è prevista l'assegnazione di borse di studio post-doc fellowship di durata biennale per la formazione di figure professionali altamente specializzate che dovranno operare sul territorio marchigiano e di borse di studio per lo svolgimento di un periodo estivo di internship di due mesi in centri di ricerca, istituzioni e laboratori nordamericani al fine di favorire la crescita professionale di studenti delle Marche prossimi alla laurea specialistica.

Alta formazione tecnica: verranno assegnate borse di studio per esperienze tecniche di alto livello nelle istituzioni operanti nella Silicon Valley in California della durata indicativa di tre mesi, con intership di ulteriori tre mesi nelle aziende nordamericane al fine di favorire sul territorio marchigiano la nascita di nuove realtà produttive ed il consolidamento e diversificazione di quelle già esistenti.

Networking: un roadshow annuale del patrimonio scientifico e d'innovazione della Regione Marche promuoverà nei centri di ricerca e nelle imprese nordamericani un portafoglio di progetti scientifici ed imprenditoriali del territorio marchigiano per facilitare la nascita di collaborazioni tra centri di ricerca ed imprese del territorio e nordamericane. Un programma di scambi tra ricercatori di aree strategiche per le Marche inoltre, faciliterà il trasferimento di conoscenze e lo sviluppo di partnership tra realtà marchigiane e nordamericane. Comunicazione: le Marche con cadenza annuale ospiteranno una Conferenza per il confronto internazionale sul tema delle frontiere della ricerca sanitaria e sui nuovi modelli organizzativi e gestionali in Sanità al fine di promuovere l'analisi di best practices realizzate in altre realtà e favorirne l'implementazione sul territorio marchigiano.

L'ISSNAF è una fondazione no profit statunitense che promuove l'interazione scientifica, accademica e tecnologica tra i ricercatori italiani attivi in Nord America e il mondo della ricerca italiana. Costituita nel 2008 sotto l'egida dell'ambasciata d'Italia a Washington da 37 ricercatori italiani fra cui dei premi Nobel quali il fisico Renato Dulbecco, il genetista Mario Capecchi, l'astrofisico Riccardo Giacconi, il biochimico Louis Ignarro. Oggi l'Issnaf conta più di un migliaio di membri le cui competenze spaziano in tutti i settori della ricerca scientifica e tecnologica. Il network è presente attraverso i propri membri in oltre 300 centri di eccellenza negli Stati Uniti e in Canada. Fondazione Marche non ha scopo di lucro; opera esclusivamente nell'interesse del territorio della Regione Marche con finalità ed iniziative di sostegno e promozione della ricerca e dell'innovazione tecnologica e scientifica e della connessa attività culturale e di formazione tecnica, professionale, scientifica e manageriale nell'interesse dello sviluppo del territorio. (aise)

Shinystat


Editrice SOGEDI - Società Generale Editoriale s.r.l. Tribunale di Roma n°15771/75  Direttore Responsabile: Giuseppe Della Noce