LA SETTIMANA DEL CINEMA ITALIANO A PRETORIA

LA SETTIMANA DEL CINEMA ITALIANO A PRETORIA

PRETORIA\ aise\ - Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, l’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria, in collaborazione con il MAECI, propone al pubblico di Pretoria un’intera settimana dedicata al cinema italiano di recente produzione, con una serie di titoli che spaziano tra generi diversi e con temi molti vari: dall’amore non corrisposto ai temi sociali dell’Italia contemporanea, fino alle difficoltà delle relazioni familiari e interpersonali.
I film saranno proiettati, uno ogni sera, da lunedì 11 a sabato 16 dicembre presso il Brooklyn Theatre di Pretoria (Greenlyn Village Centre, Shop 21/Theatre, C/o Thomas Edison and 13th Streets, Menlo Park). Tutti i film sono in italiano con sottotitoli in inglese ed a entrata gratuita fino ad esaurimento posti. Per l’occasione il Cafè Artiste all’interno del Teatro preparerà alcuni piatti italiani ispirati ai film.
Questo il programma della rassegna:
11 dicembre, ore 19:00
La mafia uccide solo d’estate
PIF (Pierfrancesco Diliberto) – 2013
Arturo, nato a Palermo lo stesso giorno in cui Vito Ciancimino, mafioso di rango, è stato eletto sindaco, prova a conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari che vede come una principessa. Arturo infatti è un ragazzo come tanti altri dell'Italia degli anni '70 ma, a differenza dei suoi coetanei del nord, è costretto a fare i conti con le infiltrazioni e le azioni criminose della mafia nella sua città. La consapevolezza di Arturo cresce anno dopo anno, ma nessuno lo ascolta. Palermo ha altro a cui pensare.
12 dicembre, ore 19:00
Scialla!
Francesco Bruni – 2011
Il film racconta di Luca, un quindicenne romano, irrequieto, cresciuto senza un padre e inconsciamente alla ricerca di una guida, e di Bruno, un professore senza figli che ha lasciato l'insegnamento per rifugiarsi nell'apatia delle lezioni private. Bruno non è mai stato una guida neppure per sé stesso ma la sua flemmatica quotidianità subisce un'improvvisa accelerazione quando l'uomo scopre che Luca è suo figlio. L'alunno ribelle ed il professore malinconico si trovano costretti ad una convivenza forzata che apre a ciascuno la misteriosa esistenza dell'altro.
13 dicembre, ore 19:00
Bianca come il latte, rossa come il sangue
Giacomo Campiotti – 2013
Leo è un sedicenne che ama il calcetto, ascoltare musica e ama la scuola. Un nuovo supplente sprona i ragazzi a inseguire i propri sogni. Leo allora sente in sé una nuova forza... anche perché si è invaghito di Beatrice: è lei il suo sogno, anche se la ragazza non lo sa. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la sua malattia ha a che fare con il bianco, colore che associa alla privazione e al dolore, e che tanto lo atterrisce, Leo dovrà scavare dentro se stesso e cercare di credere che al mondo esiste qualcosa più grande di lui.
14 dicembre, ore 19:00
La prima volta di mia figlia
Riccardo Rossi – 2015
Alberto è un medico della mutua, separato da dieci anni, totalmente dedito a Bianca, sua figlia quindicenne. Un giorno legge di nascosto il diario di Bianca scoprendo così che sua figlia sta per fare l'amore per la prima volta. La notizia sconvolge Alberto che, per dissuadere la figlia dal suo intento, organizza una cena con la sua amica Marina, esperta di adolescenti in quanto ginecologa al consultorio. Si aggiungono al tavolo, inaspettatamente, Giovanni, il marito di Marina, ed Irene, collega psicologa di Alberto, da lui detestata. Ognuno si trova a raccontare la sua prima volta e, quella che doveva essere una cena istruttiva si trasforma così in una caotica terapia di gruppo che trasformerà per sempre il rapporto tra Alberto e la figlia Bianca.
15 dicembre, ore 19:00
Pazze di me
Fausto Brizzi – 2013
Andrea, unico maschio in un'ingombrante famiglia tutta al femminile (sono sette: mamma, tre sorelle, nonna, badante e cane, rigorosamente femmina), ha finalmente incontrato Giulia, la donna della sua vita. Poiché nessuna delle precedenti fidanzate è mai sopravvissuta al deflagrante impatto con le invadenti e devastanti femmine, al povero Andrea sembra che l'unico modo per sopravvivere sia quello di mentirle e spacciarsi per orfano. Ma le sette mine vaganti sono in agguato e l'inganno cade presto. Comincia così per il malcapitato Andrea un buffo percorso ad ostacoli per salvare la sua relazione.
16 dicembre, ore 18:00
Scusate se esisto
Riccardo Milani – 2014
Serena è un architetto dal talento straordinario. Dopo una serie di successi professionali all'estero, decide di tornare a lavorare in Italia, perché ama il suo paese. Nell'avventurosa ricerca di un posto di lavoro si trova di fronte a una scelta folle, farsi passare per quello che tutti si aspettano che lei sia: un uomo. Nel frattempo incontra Francesco, bello e affascinante, il compagno ideale se non fosse che a lui non piacciono le donne. Tra Serena e Francesco nasce un rapporto intenso e diventano la coppia perfetta. Pronti a tutto pur di darsi una mano saranno costretti a condividere segreti e inganni perché a volte, per essere davvero se stessi, è meglio fingersi qualcun altro! (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi