A KRAGUJEVAC IN SERBIA CENTRALE SI PROMUOVONO CULTURA DELLA PACE E VALORI FONDANTI DELL’UE

A KRAGUJEVAC IN SERBIA CENTRALE SI PROMUOVONO CULTURA DELLA PACE E VALORI FONDANTI DELL’UE

ROMA\ aise\ - A Kragujevac, nella Serbia centrale, si è conclusa una serie di eventi storico-culturali sul tema "Sul fenomeno della guerra, sulla cultura della pace: riflessioni, analisi, esperienze", che costituisce la prima fase della realizzazione di un progetto internazionale guidato dall’Università di Roma "La Sapienza" dal titolo impegnativo: "Le guerre jugoslave: un altro volto della civiltà europea? Lezioni apprese e sfide durature".
Il progetto viene cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma "Europa per i cittadini" e siavvale della collaborazione dei seguenti partner: l’Università di Kragujevac in Serbia, l’Università "Ramon Llull" di Barcellona in Spagna e la Radio Free Europe/Radio Liberty in Repubblica Ceca.
Il progetto intende trattare il tema delle guerre in ex Jugoslavia negli anni Novanta del secolo scorso sotto diversi punti di vista, compresi un approccio teorico e una comparazione con altri eventi bellici, qual è stata, per esempio, la guerra civile spagnola, ma anche l’opposizione al fascismo in Italia. Lo scopo è quello di poter attuare una comunicazione, una lettura critica, una riflessione, un dialogo con cittadini di diverse età e di diversa provenienza e fornire nel contempo un contributo alla creazione di una coscienza e di un’identità europee, per la promozione e il rafforzamento di una solida cultura della pace.
All’Università di Kragujevac, presso l’aula magna del Rettorato, si sono tenuti, a partire da lunedì 6 febbraio, numerosi interventi di studiosi, storici e letterati. Erano presenti rappresentanti accademici e istituzionali del Ministero serbo della Cultura e delle istituzioni culturali della Città di Kragujevac, la più antica capitale della Serbia, città simbolo della Resistenza all’occupazione nazista. Sono seguite due tavole rotonde internazionali, una di tipo accademico e una "pubblica", alla quale hanno partecipato i rappresentanti di istituzioni serbe ed europee di dieci nazionalità. Si sono poi aggiunte una sessione video, dedicata all’esperienza della giornalista lettone Aija Kuge negli anni delle guerre in ex Jugoslavia, e una sessione scolastica, per diffondere la cultura della pace tra i giovani, realizzata attraverso gli incontri, i lavori e le presentazioni degli allievi del Primo Liceo di Kragujevac. Il dialogo ricco e costruttivo tra i partecipanti agli eventi e il pubblico intervenuto, accorso numeroso, ha costituito una parte fondamentale delle attività.
Le tappe successive previste per la realizzazione del progetto, finanziato dalla Commissione europea, vedranno l’organizzazione di altri due analoghi eventi, che avranno luogo all’Università di Barcellona in aprile e all’Università di Roma "La Sapienza" nel prossimo autunno. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi