GIORNATA NAZIONALE DEGLI ITALIANI NEL MONDO: RIPRENDE L’ESAME IN COMMISSIONE ESTERI

GIORNATA NAZIONALE DEGLI ITALIANI NEL MONDO: RIPRENDE L’ESAME IN COMMISSIONE ESTERI

ROMA\ aise\ - Dopo l’assegnazione in sede legislativa, è ripreso ieri nella Commissione Affari esteri della Camera l’esame delle proposte di legge che istituiscono la Giornata nazionale degli italiani nel mondo.
Relatore in Commissione il deputato Pd Marco Fedi.
Alla presenza del sottosegretario Benedetto Della Vedova, il presidente della Commissione Fabrizio Cicchitto ha ripercorso l’iter delle proposte di legge, ricordando che la Commissione, nelle sedute del 15 marzo, 22 marzo e 3 maggio 2017, ha esaminato i provvedimenti in sede referente decidendo poi di adottare il testo presentato dalla deputata Pd Francesca La Marca come testo base, emendato solo nella parte in cui si è fissata la data della celebrazione
All’inizio, ha ricordato Fedi, la data scelta per la Giornata era il 12 ottobre, che poi si è deciso di cambiare “attese le difformi sensibilità sulla figura storica di Cristoforo Colombo e il rischio di vedere passare in secondo piano la questione che è al centro delle proposte di legge, ovvero il tema delle migrazioni. Ogni anno infatti – e il 2017 non ha fatto eccezione – le celebrazioni del Columbus Day si accompagnano a forti proteste, soprattutto nelle comunità dei nativi d'America. Nell'anno in corso ha fatto notizia la decisione del consiglio comunale di Los Angeles di cancellare la consueta parata sostituendola con “la parata di indigeni, aborigeni e popoli nativi””
Al posto del 12 ottobre, quindi, è stata scelta la data del 31 gennaio “individuata con riferimento al primo provvedimento approvato in Italia, nel 1901, in tema di emigrazione con cui, tra l'altro, si radicava la competenza presso il Ministero degli affari esteri e si istituiva un Commissariato generale incaricato di affrontare le problematiche dei connazionali nel mondo in un'ottica di tutela del migrante”.
“Auspico – ha concluso Fedi - che l'esame di questo provvedimento si possa chiudere in tempi brevi affinché esso possa essere approvato dal Senato in tempi altrettanto rapidi”.
Il termine fissato per la presentazione degli emendamenti è domani, giovedì 5 ottobre, alle 16. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi