L’ITALIA ELETTA NEL CONSIGLIO DEI DIRETTORI DELL’EUNIC

L’ITALIA ELETTA NEL CONSIGLIO DEI DIRETTORI DELL’EUNIC

ROMA\ aise\ - L’Italia è stata eletta i per un biennio nel Consiglio dei Direttori della rete “European Union National Institutes for Culture” (EUNIC), che riunisce le istituzioni culturali operanti all’estero degli Stati membri dell’Unione Europea e ne promuove il coordinamento. Ne fanno parte per l’Italia il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (con la rete degli Istituti di cultura) e la Società Dante Alighieri (con la rete dei suoi Comitati all’estero).
EUNIC, attraverso i “clusters” che riuniscono le istituzioni culturali dei paesi UE in numerosissime sedi nel mondo, svolge un prezioso ruolo di promozione e cooperazione culturale fra l’UE e i paesi terzi, e costituirà il braccio operativo dell’azione di diplomazia culturale che l’Unione sta avviando, sulla base della Comunicazione emessa lo scorso anno in questa materia dalla Commissione e dal Servizio di Azione Esterna.
L’elezione dell’Italia nel Consiglio di EUNIC avvenuta ieri 8 giugno, sottolinea la Farnesina, “è un significativo riconoscimento del ruolo di primo piano del nostro paese in campo culturale e dei nostri costanti sforzi per rafforzare la dimensione culturale dell’azione esterna dell’UE”.
L’Italia infatti, durante il proprio semestre di presidenza del 2014, - ricorda il Maeci – ha posto le basi della strategia definita con la Comunicazione dello scorso anno, e ha dato poi un impulso decisivo alla proclamazione del 2018 quale Anno Europeo del Patrimonio Culturale. L’organizzazione a Milano, nel prossimo dicembre, del Forum Culturale Europeo, in cui sarà lanciato l’Anno del Patrimonio, è un’ulteriore conferma dell’impegno italiano per il riconoscimento della cultura come strumento di sviluppo sostenibile, di dialogo e di pace. (aise) 

Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli