PROTEZIONE CONSOLARE PER GLI ALTOATESINI DI LINGUA TEDESCA E LADINA: IL MINISTRO ALFANO SUL PROGETTO DI LEGGE AUSTRIACO

PROTEZIONE CONSOLARE PER GLI ALTOATESINI DI LINGUA TEDESCA E LADINA: IL MINISTRO ALFANO SUL PROGETTO DI LEGGE AUSTRIACO

ROMA\ aise\ - “Il progetto di legge austriaco sulla protezione consolare per gli altoatesini di lingua tedesca e ladina si configura come assolutamente non conforme alle norme UE in materia di cittadinanza europea e in materia consolare e del tutto contrario al diritto internazionale, oltre ad essere assolutamente non in linea con la collaborazione che dovrebbe esistere tra Paesi europei”. Lapidario il giudizio del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, che affida ad una nota il suo commento sul progetto di legge austriaco.
“Per tale ragione, - continua Alfano – già ieri abbiamo dato mandato all’ambasciatore d’Italia a Vienna di presentare una formale protesta al governo austriaco - basata su puntuali elementi di diritto - sul suddetto disegno di legge”.
La proposta è stata accolta “con soddisfazione” dal presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, che ha commentato: “In questo modo ci sarà la possibilità di rivolgersi, in caso di necessità, non solo al Consolato italiano in un paese della UE, ma anche al Consolato austriaco. Si tratta di una opzione interessante, soprattutto perchè viene garantito l’utilizzo della propria madrelingua”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi