BARCELLONA: 3 LE VITTIME ITALIANE

BARCELLONA: 3 LE VITTIME ITALIANE

BARCELLONA\ aise\ - Sale a tre il bilancio delle vittime italiane dell'attentato terroristico sulla Rambla a Barcellona.
Ai nomi dei due giovani Bruno Gulotta e Luca Russo, si aggiunge ora quello di Carmen Lopardo, 80 anni, originaria della provincia di Potenza, ma da più di 60 residente in Argentina. Era in vacanza a Barcellona e la sua morte è stata confermata dal Ministero degli Affari Esteri argentino.
Venia invece da Legnano il 35enne Bruno Gulotta, anche lui in vacanza con la moglie e i due figli di 6 anni e 7 mesi, al suo fianco in quei momenti terribili, ma scampati per un soffio alla folle corsa del furgone assassino. Si trovava sula Rambla anche Luca Russo, 25 anni di Bassano del Grappa; con lui anche la fidanzata Marta Scomazzon, ora in ospedale con con diverse fratture.
Una strage di turisti che ha coinvolto 34 diverse nazionalità, tra morti e feriti, tra cui francesi, tedeschi, britannici, belgi, australiani, cubani e cinesi. E poi ci sono i dispersi, come il bimbo di sette anni, Julian Cadman, di doppia nazionalità britannica e australiana, di cui si sono perse le tracce dopo l'attacco.
Intanto la Spagna si è stretta ieri attorno a Re Felipe VI, al premier Mariano Rajoy e al presidente catalano Carles Puigdemont in Plaza Catalunya, cuore di Barcellona, per un minuto di silenzio in omaggio alle vittime dell'attentato. Dopo il minuto di silenzio la folla si è sciolta in un lungo applauso, fra grida di "No Tengo Miedo", "Non ho paura".
E in serata la stampa spagnola ha riferito che la polizia ritiene ormai che i quattro terroristi che erano ancora ricercati per la strage della Rambla, erano in realtà quattro dei cinque uccisi la notte scorsa nella sparatoria di Cambrils. Tra questi anche Moussa Oukabir, 17 anni, anche se non è ancora chiaro se sia lui o meno il conducente del furgone omicida. Altre quattro persone sono invece finite in carcere, fra cui il fratello di Moussa, Driss. La cellula di una decina di persone sarebbe praticamente smantellata. (aise) 

Newsletter
Archivi