COSTALLI (MCL) SULLA LEGGE “FINE VITA”: NO AL TENTATIVO DI INTRODURRE L’EUTANIASIA

ROMA\ nflash\ - “Amareggia e indigna il muro contro muro al quale una certa parte politica vorrebbe costringere chi ritiene che la tutela della vita sia un bene indisponibile e non un optional al servizio di strumentalizzazioni di parte”: è questo il commento del Presidente MCL, Carlo Costalli, sulle ultime vicende parlamentari che hanno visto otto deputati cattolici della Commissione Affari Sociali abbandonare la seduta in segno di protesta per i tentativi di forzare l’approvazione di un testo sul fine vita che, evidentemente, non è ancora affatto condiviso. “È importante che il mondo cattolico si attivi per far sentire la propria voce su questioni che impegnano il Paese in una scelta etica, morale e religiosa”, ha continuato il leader del MCL auspicando che “sempre più il mondo cattolico riesca a farsi sentire nei vari ambiti della vita pubblica, politica e sociale”. (nflash) 

Newsletter
Archivi