EMERGENZA COLERA IN SUD SUDAN: L’AZIONE DEI MEDICI CON L’AFRICA CUAMM

PADOVA\ nflash\ - Sono circa 300 i casi sospetti di colera registrati in pochi giorni di febbraio nelle contee di Yirol East e di Awerial, ma il numero è destinato a crescere perché “allarmanti sono i racconti di chi arriva nei centri sanitari dai villaggi più lontani”. Sono i dati che dal Sud Sudan Medici con l’Africa Cuamm riporta dalle contee di Yirol East e Awerial (ex Stato dei Laghi) dove lavora e coordina l’attività di 16 centri sanitari periferici, che fanno riferimento all’ospedale di Yirol. Si tratta di un’area che presenta diverse complessità, dalle difficoltà per raggiungere le comunità che vivono sparse lungo il Nilo e lontane dai centri sanitari, alla problematica dell’offrire servizi adeguati a una popolazione che, dal dicembre 2013, è cresciuta sotto l’influsso di migliaia di sfollati. (nflash) 

Newsletter
Archivi