EVER CLOSER UNION: LA MOSTRA PER IL 60° DEI TRATTATI DI ROMA

EVER CLOSER UNION: LA MOSTRA PER IL 60° DEI TRATTATI DI ROMA

ROMA\ aise\ - È stata inaugurata oggi alla Farnesina “Ever Closer Union”, mostra itinerante promossa in occasione delle Celebrazioni del 60° anniversario dei Trattati di Roma. La mostra è stata inaugurata dopo la conferenza “The re-launching of Europe and the Rome treaties”, organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con l’Istituto Affari Internazionali (IAI), aperta per il MAECI dal Segretario Generale Elisabetta Belloni, e dal Sottosegretario agli Affari Europei, Sandro Gozi.
A presentare la mostra Vincenzo Grassi, Segretario Generale dell’Istituto Universitario Europeo. Con questa mostra, gli Archivi storici dell’Unione europea ripercorrono attraverso documenti, immagini e testimonianze l’intera storia dell’integrazione europea, dal Manifesto di Ventotene a oggi, in 14 pannelli raggruppati in quattro sezioni tematiche.
All’introduzione storica segue una riflessione documentata sull’eredità dei Trattati di Roma nella dimensione economica, sociale e internazionale dell’Europa di ieri e di oggi, che si conclude con uno sguardo alle sfide del futuro.
La mostra “Ever Closer Union – Un’Europa sempre più unita”, sarà esposta per tutto il resto dell’anno - e in particolare intorno al 25 marzo per la ricorrenza della firma dei Trattati di Roma - negli Stati dell’UE e nel resto del mondo, da Bruxelles a Helsinki, da Parigi a Lisbona, da Francoforte ad Algeri, da Shanghai a Kuala Lumpur. Sono oltre 200 le sedi interessate.
Molti Paesi extraeuropei che esporranno la mostra, disponibile nelle 24 lingue dell'UE, hanno scelto di tradurla anche nella propria lingua.
Nella giornata del 31 marzo, la versione in inglese della mostra sarà ospitata in Campidoglio nel corso di una simulazione sessione plenaria del Parlamento europeo che coinvolgerà 250 giovani, con la partecipazione delle istituzioni europee.
La “staffetta italiana” della mostra passerà - da aprile ad ottobre - nelle mani di quattro Università - Bologna, Siena, Messina e Verona - che collaborano con il Dipartimento per le Politiche Europee per coinvolgere i loro studenti e i visitatori nelle iniziative e nel dibattito in corso sull'attualità dei Trattati di Roma e sul futuro del progetto europeo. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi