TERREMOTO IN CINA/ IL CORDOGLIO DI ALFANO

TERREMOTO IN CINA/ IL CORDOGLIO DI  ALFANO
ROMA\ aise\ - “Sono vicino alle famiglie delle vittime del sisma che ha colpito la provincia cinese dello Sichuan. Auguro ai feriti una pronta guarigione. Esprimo il cordoglio dell’Italia al popolo e al governo della Cina”. Lo ha dichiarato il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, in seguito alla forte scossa di magnitudo 6.5 registrata alle 5.27 del mattino, ora locale (1.27 in Italia), nell'estremo nordovest della Cina, al confine col Kazakistan.
Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e dell'agenzia geologica statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a circa 20 km di profondità; l'epicentro è stato localizzato nella regione dello Xinjiang, circa 60 km a ovest-sudovest del villaggio di Todok e 225 a est della kazaka Zharkent.
La scossa è stata seguita 12 minuti dopo da una forte replica di magnitudo 5.2. Non sono al momento disponibili informazioni su eventuali danni a persone o cose. Ieri un altro violento terremoto ha colpito la Cina: una scossa di magnitudo 6.3 nel centro del Paese, nella regione del Sichuan, con un bilancio provvisorio di 12 morti e 175 feriti. Centinaia i turisti intrappolati o già evacuati. (aise)  
Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi