DELEGAZIONE DEL QUÉBEC A ROMA

DELEGAZIONE DEL QUÉBEC A ROMA
MONTREAL\ aise\ - “È passato quasi un anno (era il 17 gennaio 2017) dalla nomina di Marianna Simeone a “Delegata del Québec a Roma”, figura istituita nel 1965 con l’inaugurazione del “Bureau Économique du Québec” a Milano da parte dell’allora Primo Ministro Jean Lesage. Dopo il fisiologico periodo iniziale di assestamento, negli ultimi mesi si sono moltiplicate le attività. E non poteva essere altrimenti, visto il carattere esplosivo di Marianna. Tanto che lo scorso autunno i rapporti tra Québec e Italia si sono intensificati, ‘brillando’ per dinamismo e audacia”. È quanto si legge nel nuovo numero del settimanale di Montreal “Il Cittadino canadese”.
“A inizio ottobre, Alexandre Lagarde, responsabile Europa e Asia per ‘Montréal International’, si è recato in visita a Roma e a Milano. Approfittando della sua presenza in Italia, la Delegazione del Québec a Roma, nell’ambito del Festival della Diplomazia, ha organizzato un convegno dal titolo “ICT in Greater Montreal: The Perfect Gateway to North America”.
L’obiettivo è stato quello di presentare Montréal come polo di primo piano nelle tecnologie digitali e di sensibilizzare le aziende italiane sui vantaggi di potenziali investimenti nella Belle Province.
A metà ottobre, poi, Robert Sauvé, presidente-direttore generale della Société du Plan Nord, ha illustrato le sfide ambientali legate alla gestione del territorio nordico alla Camera dei Deputati, cogliendo l’occasione per effettuare alcuni incontri anche alla Farnesina. A fine ottobre, la Delegazione del Québec a Roma ha accolto il nuovo emissario ai cambiamenti climatici, questioni nordiche e artiche, Jean Lemire, in occasione del vertice internazionale sull’acqua e sul clima a Roma, dove Lemire ha presentato il ‘caso’ del fiume San Lorenzo.
A metà novembre, invece, Denis Leclerc, presidente del distretto delle tecnologie pulite di Écotech, ha partecipato al salone ‘Ecomondo’ di Rimini, uno dei più importanti del suo genere in Europa. Oltre a tenere una conferenza davanti ad una trentina di aziende specialiazzate del Lazio, un evento organizzato in collaborazione con ‘Lazio Innova’.
A fine novembre, quindi, spazio all’aerospaziale: in questo settore strategico, la Delegazione ha organizzato un’importante missione economica che ha attraversato 3 regioni: Lombardia, Lazio e Piemonte.
A Torino, in particolare, si sono tenuti gli incontri ‘Aerospace and Defense’: 10 le imprese quebecchesi presenti, tra cui ‘Aéro Montréal’. Sono state organizzate 3 conferenze sui punti di forza del settore aerospaziale quebecchese: il 27 novembre in collaborazione con la Presidenza di Regione Lombardia, il 29 novembre in occasione dell’apertura dell’Aerospace and Defense meetings ed il 1º dicembre in collaborazione con l’Ambasciata del Canada in Italia e la Regione Lazio. Le aziende italiane del settore sono state invitate a prendere parte alla ‘Semaine internationale de l’Aerospace’ che avrà luogo a Montréal il prossimo aprile.
All’inizio di dicembre, in materia di ricerca scientifica, soprattutto nell’ambito ambientale, insieme al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la Delegazione ha organizzato a Roma il convegno ‘Regards croisés sur l’état de la recherche en environnement, en développement durable et en changements climatiques’, a cui ha partecipato anche il capo degli scienziati del Québec, Rémi Quirion, insieme ai ricercatori Yves Bégin, Mohamed Cheriet e Jérôme Dupras.
Il Prof. Quirion ha avuto incontri al Ministero degli Affari esteri, al Ministero dell’Istruzione e al CNR per valutare la possibilità di sviluppare ulteriormente le cooperazioni in ambito scientifico. “Che si tratti di ambiente, intelligenza artificiale, aerospazio o sviluppo nordico – ha dichiarato Marianna Simeone - nel corso degli ultimi mesi i rapporti con l’Italia sono stati sempre più dinamici. Il Québec e l’Italia non sono mai stati così vicini! L’entrata in vigore del CETA ha senz’altro contribuito a questo avvicinamento”.
“Non si era mai vista una missione aerospaziale quebecchese di queste proporzioni in Italia – ha sottolineato -. E questo è solo l’inizio, perchè le aziende quebecchesi e italiane sono unite da valori comuni: la dedizione nella ricerca della qualità, dell’innovazione, della competitività, insieme all’audacia e alla volontà di migliorare costantemente, ne fanno partner strategici. Non a caso - ha concluso - Québec e l’Italia sono i capofila della corsa all’innovazione e allo sviluppo del settore””. (aise)
Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi