LA ITALIA FEST: DANNY DE VITO PREMIATO A LOS ANGELES – DI SILVIA NITTOLI

LA ITALIA FEST: DANNY DE VITO PREMIATO A LOS ANGELES – di Silvia Nittoli

LOS ANGELES\ aise\ - “È stato consegnato all’attore, regista e produttore Danny DeVito il premio JACK VALENTI 2018 - LOS ANGELES, ITALIA LEGEND AWARD, premio in memoria del presidente di lunga data della MPAA, Jack Valenti. Il più alto onore del festival viene assegnato annualmente a un italo-americano che ha si è particolarmente distinto nell'industria cinematografica mondiale. Al Pacino, Anjelica Huston, Liza Minnelli e Sylvester Stallone hanno ricevuto lo stesso premio negli anni passati”. A scriverne è Silvia Nittoli su “l’ItaloAmericano”, diretto Los Angeles da Simone Schiavinato.
““È un grandissimo onore per me ricevere questo premio. Sono nato in New Jersey, dove è nata anche mia madre, mentre mio padre è di New York. I miei nonni venivano da San Fele in Basilicata”, ci racconta l’attore. “Essendo italo-americani i miei genitori erano amorevoli e premurosi, ma a casa mia succedeva anche questa cosa: se c’era un italiano in televisione, come Perry Como o Dean Martin, qualsiasi cosa tu stessi facendo mio padre ti prendeva e ti metteva davanti alla tv, dovevamo starci incollati. Era molto orgoglioso quando un italiano aveva successo e veniva riconosciuto per questo. Quando ho incontrato Jack Valenti attraverso Kirk Douglas, mi ha fatto sentire come a casa perché era molto fiero di me, era sinceramente felice per la mia carriera. Quindi stasera state facendo Jack molto felice regalandomi questo premio”.
“Siamo estremamente onorati e felici di presentare il Valenti Legend Award di quest'anno al talentuoso Danny DeVito", ha dichiarato il fondatore e produttore del festival Pascal Vicedomini. “Ricordo quando lo conobbi la prima volta a Washington DC ad un evento da Bill Clinton nel quale lui era ospite d’onore e in un’altra occasione nel 2004 al teatro dell’Academy quando fu invitato come ospite di Dino De Laurentiis che lo amava come un fratello”.
Danny De Vito è stato inoltre insignito dell’Onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. “Il conferimento di un’alta onorificenza italiana a Danny De Vito - sottolinea il Console Generale d’Italia a LA Antonio Verde che ha personalmente premiato l’attore italo-americano - rappresenta il sentito riconoscimento del nostro Paese nei confronti di uno dei più apprezzati interpreti del cinema internazionale il quale ha voluto orgogliosamente rivendicare, nel corso della sua lunga carriera artistica, il profondo senso di attaccamento alle sue radici italiane e ai valori della sua cultura d’origine”.
DeVito è uno degli attori più versatili dell'industria cinematografica, come attore, regista e produttore. Vincitore di un Golden Globe e un Emmy Award, è noto per i suoi ruoli nelle serie televisive "Taxi" e "It's Always Sunny in Philadelphia" e film come "Qualcuno volò sul nido del cuculo", “Voglia di tenerezza", “All’inseguimento della pietra verde”, “I Gemelli”, “Per favore, ammazzatemi mia moglie" e "Tin Men - 2 Imbroglioni con signora".
LA Italia Fest ha chiuso la sua 13^ edizione con una serata ricca di premi e riconoscimenti. "Siamo estremamente orgogliosi di onorare Luca Guadagnino, Marco Morabito e Alessandra Querzola", ha dichiarato il presidente onorario del Festival Italia Mark Canton. ”Come negli anni precedenti, il nostro evento si è svolto a Hollywood alla vigilia degli Oscar con una schiera di artisti italiani, italoamericani e internazionali".
“L’emozione è quella di chi si sente molto riconosciuto, mi sento il portavoce per tutte le persone che hanno lavorato al film Chiamami Col Tuo Nome”, Luca Guadagnino dice a noi de L’Italo-Americano. “Los Angeles è quasi diventata la mia seconda casa ormai, ho molto amici qui”.
L'attrice italo-americana Melissa Leo ha invece ricevuto il premio come attrice italo-americana dell'anno. Leo ha vinto un Oscar come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione in "The Fighter" alla 83 edizione degli Academy Awards nel 2011. "I miei parenti italiani si trasferirono da Salerno in Germania e successivamente negli Stati Uniti, quindi per molto tempo ho creduto che la mia origine fosse solo tedesca. Ho scoperto solo di recente delle informazioni in più sui miei antenati italiani.” Melissa Leo ci racconta. “Sono molto commossa da questo premio. È importante perché abbiamo bisogno di persone e eventi per promuovere il nostro lavoro, mostrare i film che facciamo. Mi piacerebbe anche girare qualcosa in Italia".
La decoratrice Alessandra Querzola e lo scenografo Dennis Gassner sono stati premiati per il loro straordinario lavoro su "Blade Runner 2049" diretto da Dennis Villenevue. "È stato straordinario lavorare su questo film. La cosa migliore è stata condividere la conoscenza italiana con Dennis Gassner, che è il mio mentore, è stato la mia guida durante il film che è stato molto impegnativo. Ma è stato anche divertente e abbiamo imparato molto", afferma Alessandra Querzola.
Il festival di quest'anno è stato dedicato anche ai cineasti italiani: Lina Wertmuller, Franco Zeffirelli e Bernardo Bertolucci. Wertmuller è la prima donna a ricevere una nomination all'Oscar come miglior regista per il suo classico del 1977 "Pasqualino Sette Bellezze." Nell'ambito di una celebrazione che dura un anno per il 90° compleanno di Wertmuller (14 agosto) LA, Italia ha proiettato il documentario del 2015 di Valerio Ruiz "Behind the White Glasses”, un ritratto musicale che mette in risalto gli aspetti sconosciuti del suo talento creativo, visionario e innovativo. Zeffirelli, che ha compiuto 93 anni il 12 febbraio, è stato celebrato con una retrospettiva di alcuni dei suoi film più accattivanti tra cui il suo capolavoro del 1968, il doppio premio Oscar "Romeo e Giulietta", che quest'anno celebrerà il suo 50° anniversario. Altri film sono: “Fratello Sole, Sorella Luna”, “Il Campione” e “La Bisbetica Domata”.
Il programma ha previsto anche la premiere americana di "Beyond the Sun" di AMBI Media Group, una storia moderna di fede, speranza e coraggio scritta e diretta da Graciela Rodriguez e con un'apparizione speciale di Papa Francesco; "Before your eyes", il commovente documentario di Walter Veltroni sul sopravvissuto all'olocausto italiano Sami Modiano; "The Song Prince", un film biografico sulla leggendaria icona della musica italiana, Fabrizio De Andre; e una proiezione speciale di "L'ultimo imperatore" di Bernardo Bertolucci, che ha segnato il trentennale anniversario da quando il suo film classico ha conquistato Hollywood vincendo nove fantastici Oscar, tra cui Miglior film e Miglior regista (1989).
La tredicesima edizione annuale di Los Angeles, Italia - Film, Fashion and Art Fest è stata presentata dall'Istituto Capri in the World con il supporto del Consolato Generale d'Italia a Los Angeles e il continuo sostegno del Ministero dei Beni Culturali, delle Attività e del Turismo italiano (DG Cinema), il Ministero degli Affari Esteri, ANICA, APT, e la Commissione Commerciale Italiana, così come AMBI Media Group, Rai Cinema, Rai Com, Rainbow, Medusa, Mediaset Italia e ISAIA.
Altri film di AMBI Media Group che sono stati proiettati durante il Festival sono stati la Premiere americana di "Beyond the Edge" con Antonio Banderas e Milos Bikovic e una proiezione speciale del biopic di Andrea Bocelli di Michael Radford "The Music of Silence".
Tra i film più famosi in Italia figurano la commedia del regista Riccardo Milani "Come un gatto in tangenziale" (Campione italiano dell'anno al botteghino, con un incasso di oltre 10 milioni di euro), "Sono Tornato” di Luca Miniero, "Il ragazzo invisibile - Seconda generazione" di Gabriele Salvatores, "The Place" di Paolo Genovese, "Gli Sdraiati" di Francesca Archibugi, "Amori che non sanno stare al mondo” di Francesca Comencini, Alessandro Gassman's "Il Premio”, "Dobbiamo Parlare" di Sergio Rubini e "Rainbow – Una Questione Privata" di Paolo & Vittorio Taviani.
La sezione documentari ha presentato "Vasco Rossi Modena Par - The Movie" diretto da Pepsy Romanoff e "Piazza Vittorio" diretto da Abel Ferrara. La rassegna televisiva del Festival comprendeva anche: i principali spettacoli di Taodue "Rosy Abate" per la regia di Beniamino Catena e "Renata Fonte" per la regia di Fabio Mollo; "Sotto Copertura" di Lux Vide diretto da Giulio Manfredonia e "La Strada di Casa" di Casanova Multimedia per la regia di Riccardo Donna. L.A., gli eventi gemelli di Italia sono Capri-Hollywood - L'International Film Festival, che si tiene ogni dicembre, e l'Ischia Global Film & Music Festival che si svolge ogni anno a luglio”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi