LA COMMISSIONE DISCUTE I DOSSIER PRIORITARI IN VISTA DEL CONSIGLIO EUROPEO

LA COMMISSIONE DISCUTE I DOSSIER PRIORITARI IN VISTA DEL CONSIGLIO EUROPEO

BRUXELLES\ aise\ - Riunito oggi a Bruxelles il collegio dei Commissari per discutere di una serie di questioni importanti nel quadro del prossimo Consiglio europeo. Il Presidente della Commissione Jean Claude Juncker ha riferito al collegio in merito al suo incontro di ieri a Meseberg con la Cancelliera tedesca Angela Merkel, il Presidente francese Emmanuel Macron e i membri della tavola rotonda europea degli industriali.
"Sono molto soddisfatto del documento franco-tedesco, che consente il progresso europeo, e la Commissione è molto soddisfatta del risultato", aveva dichiarato Juncker ieri, dopo la riunione.
Per dar seguito all’incontro di Meseberg, la Commissione ha convocato domenica 24 giugno a Bruxelles una riunione di lavoro informale sulle questioni relative alla migrazione e all'asilo.
Tra i temi dibattuti dal collegio anche il programma di sostegno alla stabilità della Grecia, del quale si è discusso in vista della riunione dell'Eurogruppo di domani 21 giugno; la conclusione del programma nell'agosto di quest'anno, e lo stato di avanzamento delle proposte sull'Unione economica e monetaria, in vista del Consiglio europeo della prossima settimana. A questo proposito, oggi la Commissione ha pubblicato un documento sull'approfondimento dell'Unione economica e monetaria che costituisce la base del contributo della Commissione alle discussioni del Consiglio europeo sull'UEM.
Domani mattina il Commissario Avramopoulos presenterà il contributo della Commissione al Consiglio europeo relativamente alla migrazione e lunedì 25 giugno il Commissario Oettinger presenterà il contributo della Commissione al dibattito sul prossimo bilancio a lungo termine dell'UE.
Anche il capo negoziatore della Commissione per i negoziati con il Regno Unito a norma dell'articolo 50, Michel Barnier, ha partecipato alla riunione del collegio di oggi per fornire una panoramica degli ultimi sviluppi nei negoziati in vista del Consiglio europeo e in seguito alla pubblicazione di una dichiarazione comune della Commissione europea e del Regno Unito, che illustra i progressi compiuti sulle clausole del progetto di accordo di recesso dalla tornata di negoziati che ha avuto luogo dal 16 al 19 marzo.
Il Primo Vicepresidente Timmermans, invece, ha aggiornato il collegio sulla situazione del dialogo con la Polonia sullo Stato di diritto, in seguito alla sua visita a Varsavia di questa settimana. Lunedì il Primo Vicepresidente aveva incontrato il Primo Ministro polacco, Mateusz Morawiecki, con il quale aveva avuto un dialogo costruttivo per trovare una soluzione soddisfacente in merito all'attuazione delle raccomandazioni della Commissione alla Polonia. Sebbene le autorità polacche abbiano adottato una serie di misure nei mesi scorsi, esse non sono sufficienti per eliminare il chiaro rischio di grave violazione dello Stato di diritto e non affrontano alcune delle preoccupazioni principali della Commissione.
Il prossimo passo sarà l'audizione in occasione del Consiglio "Affari generali" del 26 giugno, in cui la Commissione europea ribadirà la sua posizione come definita nella proposta motivata del dicembre 2017. Le conclusioni della riunione del collegio sono state affidate al Vicepresidente Dombrovskis e al Commissario Moscovici. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi