MIGRAZIONE NELL’UNIONE EUROPEA: A VIENNA L’INCONTRO TRA TAJANI E KURZ

MIGRAZIONE NELL’UNIONE EUROPEA: A VIENNA L’INCONTRO TRA TAJANI E KURZ

VIENNA\aise\ - “L’immigrazione è la nostra sfida più grande e sta mettendo a rischio il futuro stesso dell’Unione”. A sostenerlo è il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, che ieri ha incontrato a Vienna il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz.
“Nei prossimi sei mesi” ha aggiunto “sotto la guida della Presidenza austrica, l’UE e gli Stati membri devono dare risposte concrete alle preoccupazioni di 500 milioni di cittadini, e non possono permettersi di fallire. Non c’è soluzione all’immigrazione se non a livello europeo e sulla base di una strategia a breve, medio e lungo termine”, ha affermato Tajani. “Dobbiamo mettere immediatamente a disposizione 6 miliardi di euro per fermare le partenze dal Nord Africa, così come è stato fatto per chiudere la rotta balcanica. In parallelo, dobbiamo sostenere la Libia nel suo processo di stabilizzazione e consolidamento democratico. Dobbiamo, inoltre, destinare 40 miliardi di euro per un Piano Marshall per l’Africa, con l’obiettivo di creare opportunità per i giovani africani nei loro Paesi d’origine”, ha aggiunto il Presidente del Parlamento europeo.
Tajani ha quindi ricordato l’importanza del prossimo Consiglio europeo di giugno, lanciando un appello ai leader UE perché facciano prova di maggiore convinzione. “La prima riforma dell’Ue - ha detto – non è quella dei Trattati, ma è trovare il coraggio di tornare a decisioni politiche che rispondano alle priorità dei nostri cittadini, a cominciare dalla riforma del sistema europeo dell’asilo”.
La riunione bilaterale Tajani-Kurz si è svolta nel quadro dell’incontro della Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo con la prossima Presidenza semestrale austriaca dal Consiglio europeo. Tajani è stato anche ricevuto anche dal Presidente austriaco, Alexander Van der Bellen, con cui ha discusso del futuro dell’Europa, sottolineando il ruolo chiave dell’Austria nell’Europa dell’est e nei Balcani.
“L’Austria è una storia di successo europea, visto che ha ampiamente beneficiato dall’adesione e dall’allargamento”, ha osservato Tajani. “Sono certo che la Presidenza austriaca rafforzerà la politica di vicinato dell’Unione e offrirà una chiara prospettiva europea ai Paesi dei Balcani occidentali”.
La Conferenza dei presidenti del parlamento europeo ha incontrato anche i rappresentanti del Parlamento austriaco e partecipato a un dibattito, presso l’Università di Vienna. Al termine del dibattito Tajani si è detto ottimista: “gli incontri avuti oggi mi inducono all’ottimismo e a lavorare con maggiore convinzione per creare posti di lavoro per i giovani, investendo nella tecnologia digitale, nelle industrie creative e nel turismo”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi