PIANO PER GLI INVESTIMENTI ESTERNI DELL’UE: PRIMI PROGETTI IN AFRICA E NEL VICINATO

PIANO PER GLI INVESTIMENTI ESTERNI DELL’UE: PRIMI PROGETTI IN AFRICA E NEL VICINATO

BRUXELLES\ aise\ - Nell’ambito del piano per gli investimenti esterni, l’UE ieri ha dato il via libera a un pacchetto di programmi di garanzia finanziaria del valore di circa 800 milioni di euro, che secondo le stime contribuiranno a mobilitare 8-9 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati in Africa e nel vicinato. Questa decisione è una tappa fondamentale verso la realizzazione di investimenti in Africa e nel vicinato tramite il piano per gli investimenti esterni, che dovrebbe mobilitare 44 miliardi di euro di investimenti a fronte di un contributo dell’UE di 4,1 miliardi.
Il piano per gli investimenti esterni mira a promuovere la crescita inclusiva, la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo sostenibile e in questo modo ad affrontare alcune delle cause profonde della migrazione irregolare. Uno dei nuovi programmi, ad esempio, andrà a beneficio delle persone che attualmente hanno difficoltà a contrarre prestiti a prezzi abbordabili, come gli sfollati interni, i rifugiati o i rimpatriati. Un altro programma consentirà a oltre 25000 piccole imprese di accedere ai conti mobili e ai crediti a lungo termine, al fine di sostenere l’inclusione finanziaria delle vittime delle diaspore, delle famiglie dei migranti e dei rimpatriati.
"Il piano per gli investimenti esterni dell’UE ha già iniziato ad apportare benefici reali alle persone nei nostri paesi partner”, ha sottolineato l’Alta rappresentante e Vicepresidente Federica Mogherini. “Questi programmi di garanzia per investimenti sostenibili offrono nuove opportunità di accesso a prestiti a prezzi abbordabili alle persone che sono state costrette a fuggire dal loro paese e a quelle che hanno recentemente fatto ritorno a casa per ricostruirsi una vitaIl piano intende costruire un nuovo presente per molte persone e per i loro paesi e si propone di cambiare le loro vite adesso e per sempre".
Secondo il Commissario per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo Neven Mimica "siamo sulla buona strada per mantenere il nostro impegno nell’ambito del piano per gli investimenti esterni. Dal suo avvio lo scorso settembre, abbiamo mobilitato 800 milioni di euro in garanzie e 1,6 miliardi di finanziamenti misti, che nel complesso si tradurranno in oltre 22 miliardi di investimenti pubblici e privati".
La commissione Ue, ha aggiunto il Commissario per la Politica europea di vicinato e i negoziati di allargamento Johannes Hahn, vuole "che le nuove garanzie dell'UE annunciate ieri si traducano in progetti concreti, innovativi e sostenibili sul posto. Una maggiore prosperità nell’immediato vicinato dell’UE non soltanto è vantaggiosa per le economie e le imprese europee, ma è anche un investimento a lungo termine nella stabilità e nella sicurezza dei nostri partner nel vicinato e dell’Europa". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi