AL VIA FESTAMBIENTE: 31 ANNI DI IMPEGNO CORAGGIO E PARTECIPAZIONE

AL VIA FESTAMBIENTE: 31 ANNI DI IMPEGNO CORAGGIO E PARTECIPAZIONE

GROSSETO\ aise\ - Si apre oggi, 14 agosto, il festival ambientalista più atteso dell’estate 2010. E in questa edizione, la trentunesima, Festambiente volgerà il suo sguardo ai cambiamenti climatici. Un’emergenza, un problema attuale, che l’intera comunità mondiale deve conoscere ed affrontare. Il festival nazionale di Legambiente si svolgerà poi fino a domenica 18 agosto a Rispescia (Gr).
Il palco #salvailclima sarà la vera rampa di lancio per la sensibilizzazione per fermare la febbre del pianeta. Ad inaugurare il palco e la rassegna musicale sarà oggi il concerto inedito del cantautore romano Daniele Silvestri, che sarà preceduto sul palco dai musicisti Diodato e Mirkoeilcane. Il cartellone musicale #salvailclima proseguirà il 15 agosto con The Zen Circus (con l’apertura di Giorgio Canali e Rossofuoco), il 16 agosto con Max Gazzè, il 17 agosto Carmen Consoli e la chiusura il 18 agosto con Alpha Blondy (con il pre e after show di SOUL rockers sound system).
L’obiettivo è chiaro: sensibilizzare i partecipanti il più possibile, anche attraverso la musica, a sentirsi protagonisti delle azioni da mettere in campo per salvare il Pianeta. Sul palco di Festambiente 2019 saranno presenti installazioni videografiche a tema e il festival, oltre ad essere efficiente dal punto di vista energetico attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili, sarà ancora una volta interamente plastic-free, lanciando un chiaro segnale rispetto alla grave problematica della plastica che sta drammaticamente invadendo il nostro Pianeta.
Ad inaugurare lo spazio dibattiti sarà Don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, con Sandro Ruotolo, giornalista, Stefano Ciafani, presidente Legambiente, ed Enrico Fontana, segreteria nazionale Legambiente.
La notte di Ferragosto sarà dedicata alla campagna #IoAccolgo per dire no all’odio e sì alla solidarietà – tema particolarmente caro al festival. Il 16 agosto giornata-evento con la costituzione della rete dei festival sostenibili: Arezzo Wave, Umbria Jazz, Cous Cous Festival, Primo Maggio Roma, Notte della Taranta e la rete di Keep On insieme per essere sempre più green.
Come di consueto, poi, la cittadella ecologica di Legambiente con i suoi tre ettari consentirà a tutti i visitatori di essere parte della grande battaglia ambientalista tra proiezioni cinematografiche, spazi per bambini, spettacoli teatrali, sana alimentazione, dibattiti, conferenze e altri appuntamenti assolutamente da non perdere.
I bambini saranno anche quest’anno al centro della rassegna con la loro aerea giochi dedicata, con un mix di attività che avranno sempre come stella cometa il tema della sensibilizzazione ambientale e la novità dell’anno: l’eco-campo da minigolf. Inoltre, l’apporto dei volontari accorsi da ogni angolo del Belpaese fornirà un contributo fondamentale al fine della realizzazione della Festa.
“Festambiente – ha dichiarato Angelo Gentili, coordinatore del festival e membro della segreteria nazionale di Legambiente – da trentuno anni rappresenta un punto di riferimento per l’ambientalismo e per le sfide che ci attendono. Quelle che abbiamo di fronte sono sfide epocali che richiedono appunto un grande coraggio per essere affrontate e vinte e noi di Legambiente il coraggio di provare a cambiare le cose lo abbiamo e vogliamo trasmetterlo a chi vorrà seguirci. Senza dubbio - ha concluso Gentili - quella di quest’anno sarà un’edizione ancora più potente del solito: il Palco per il clima, il primo Concerto per il clima di Legambiente, la creazione della rete dei festival sostenibili sono tra i cardini del trentunesimo appuntamento con Festambiente e rappresentano un vero e proprio punto di svolta che ci consente di credere fermamente che il cambiamento è davvero iniziato”.
La manifestazione nazionale di Legambiente sarà ricca di eventi: Scienzambiente, l’area interamente pensata per ragazzi, sarà dedicata a Greta Thunberg e alla lotta ai cambiamenti climatici; il Clorofilla Film Festival non mancherà di stupire i visitatori con corti e proiezioni a tema ambientale; il teatro per ragazzi con spettacoli di grande interesse animerà ogni sera uno dei cuori pulsanti della manifestazione con moltissime novità; l’area bambini sarà ulteriormente arricchita con giochi e laboratori all’insegna dell’ecologia e in più attività sportive per tutti.
Quella che si apre oggi è, quindi, un’edizione del festival rivoluzionata e rivoluzionaria, perfettamente raccontata anche dal nuovo manifesto impreziosito dall’illustrazione del grafico Cometto che raffigura il Pianeta abbracciato da una sirena che se, da una parte, racconta senza mezzi termini l’allarme per la situazione ambientale attuale, dall’altra trasmette indiscutibilmente un chiaro e inequivocabile messaggio di speranza. (aise)


Newsletter
Archivi