GIOVANI PER IL CLIMA: LA NATURA PROTAGONISTA DELLO SVILUPPO

GIOVANI PER IL CLIMA: LA NATURA PROTAGONISTA DELLO SVILUPPO

ROMA\ aise\ - Youth for Climate Live Series: giovani di tutto il mondo si incontreranno on line domani, 25 settembre alle ore 16, per discutere sulla necessità e sull’opportunità di porre la natura al centro dello sviluppo.
Si discuterà, dunque, di ricorrere alla natura non solo per contrastare i cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità, ma anche per stimolare la crescita e lo sviluppo attraverso azioni ad alto potenziale in termini di efficienza energetica e di resilienza, con benefici connessi alla salute e al benessere, alla rigenerazione urbana, alla gestione delle risorse.
Sarà proprio questo approccio innovativo alle risorse naturali il focus del webinar di domani, parte della serie “Youth4Climate”, un programma di incontri virtuali dedicato ai giovani di tutto il mondo e organizzato dal Ministero italiano dell’Ambiente, in collaborazione con Connect4Climate (World Bank Group) e l’Ufficio della Inviata per i giovani del segretario generale delle Nazioni Unite, per preparare nel modo più ampio possibile l’evento speciale "Youth4Climate: Driving Ambition”, la PreCop26 e la Cop26, che si terranno a settembre/ottobre e novembre 2021 rispettivamente a Milano e Glasgow.
“La visione di sviluppo italiana - spiega il ministro dell'Ambiente Sergio Costa - vede economia, finanza e tutela della natura camminare insieme. Ecco perchè la nostra azione volge lo sguardo verso il sostegno a tutte le produzioni green. Un’intuizione unica al mondo di cui vado fiero e che l’Onu ci ha chiesto di poter estendere a livello globale”.
Durante il webinar sarà possibile condividere esperienze, raccogliere idee innovative e aspirazioni dei giovani in tema di protezione, ripristino e impiego in modo sostenibile di soluzioni e azioni basate sulla natura
A raccontare la propria storia saranno tre giovani attivisti: Archana Soreng, attivista ambientale, ex presidente del sindacato degli studenti del TISS e membro del nuovo Youth Advisory Group on Climate Change, istituito dal Segretario Generale delle Nazioni Unite; Vanessa Nakate, attivista per la giustizia climatica, fondatrice di Youth for Future Africa e del movimento Rise Up Movement; Claudel Pétrin-Desrosiers, presidente dell'Associazione dei medici per l'ambiente del Quebec (AQME) e membro del consiglio di amministrazione dell'Associazione canadese dei medici per l'ambiente (CAPE).
È prevista la partecipazione dell’inviato speciale dell’OMS per il COVID-19, David Nabarro, e della ex segretaria esecutiva dell’UNFCCC, Christiana Figueres, attualmente Vice-Chair of the Global Covenant of Mayors for Climate and Energy, ClimateWorks Board Member, World Bank Climate Leader and Mission2020 Convenor. Al termine sono previsti anche tre video messaggi: del Ministro dell'Ambiente del Regno Unito, Lord Zac Goldsmith; dell'Ambasciatrice italiana presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite, Mariangela Zappia, e di tre giovani funzionarie del Ministero dell'Ambiente della Cina, paese che avrà la presidenza della prossima conferenza sulla Convenzione sulla Biodiversità
La discussione sarà moderata da due campioni della voce giovanile: Ahmed Badr e Salina Abraham.
Come sempre, l’incontro avviene su una piattaforma interattiva che fornisce anche contributi video e raccoglie le domande dei partecipanti. La lingua è l’inglese, con traduzione simultanea in italiano.
Collegarsi è importante anche perché c’è in palio la possibilità di partecipare di persona agli incontri di Milano. Infatti chi sintetizza in modo efficace, soprattutto dal punto di vista visivo, i principali contenuti emersi, può inviarli al concorso “Disegna il clima” e vincere la copertura di tutte le spese. (aise)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi