LA VISIONE DI MALLET: ALL’INGV LA PRESENTAZIONE DEL FUMETTO SUL PADRE DELLA SISMOLOGIA

LA VISIONE DI MALLET: ALL’INGV LA PRESENTAZIONE DEL FUMETTO SUL PADRE DELLA SISMOLOGIA

ROMA\ aise\ - Verrà presentato domani mattina, dalle 11.00, nella Sala Conferenze della Sede di Roma dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) il fumetto “La visione di Mallet”, realizzato dal Gruppo Lucano di Protezione Civile in collaborazione con Graziano Ferrari, ricercatore dell’INGV, e grazie alla mano esperta del fumettista lucano Giuseppe Palumbo.
Robert Mallet, considerato il padre della sismologia, era un eclettico ingegnere irlandese. Il suo studio dei terremoti si concretizzò nel 1846 quando presentò alla Royal Irish Academy la sua teoria sulla dinamica dei terremoti, On the dynamics of earthquakes, che costituisce il primo tentativo di far rientrare i fenomeni sismici nel campo delle scienze esatte. A seguito del fortissimo terremoto lucano che il 16 dicembre del 1857 colpì l’Italia meridionale causando circa 19.000 vittime, Mallet riuscì a farsi finanziare dalla Royal Society di Londra un viaggio nelle zone terremotate italiane proprio per verificare sperimentalmente la sua teoria.
Il Gruppo Lucano di Protezione Civile, la principale organizzazione di volontari di protezione civile dell’Italia meridionale, ha promosso (con il sostegno della Fondazione con il Sud) la divulgazione della storia di Mallet sotto forma di fumetto, in una originale esperienza di sinergia tra scienza e arte sequenziale. Obiettivo dell’iniziativa, sensibilizzare giovani e famiglie alle tematiche del volontariato e alle buone pratiche della resilienza.
La presentazione del volume si svolgerà domani alla presenza dell’ambasciatore d’Irlanda in Italia, Colm Ó Floinn, del Presidente del Gruppo Lucano di Protezione Civile, Giuseppe Priore, e del fumettista Giuseppe Palumbo.
Dopo i saluti del presidente dell’Ingv Carlo Doglioni, Pierfrancesco Burrato (INGV) parlerà della visione di Mallet dal punto di vista della geologia, mentre il collega Graziano Ferrari si soffermerà sul punto di vista della storia della scienza.
Giuseppe Priore interverrà sulla visione di Mallet dal punto di vista del coinvolgimento sociale seguito dal fumettista Palumbo che parlerà del punto di vista dell’arte sequenziale.
Infine, l’ambasciatore O Floinn interverrà su “Mallet da una prospettiva irlandese”. Le conclusioni saranno affidate a Maria Siclari, Direttore Generale dell’Ingv. (aise) 

Newsletter
Archivi