WORLD FOOD DAY 2019: A ROMA LE PROPOSTE GREEN PER SFAMARE IL PIANETA

WORLD FOOD DAY 2019: A ROMA LE PROPOSTE GREEN PER SFAMARE IL PIANETA

ROMA\ aise\ - Rappresentanti di giovani, contadini, organizzazioni sindacali, produttori, donne e indigeni di tutto il mondo, insieme agli studenti dei Fridays for future. Saranno loro i protagonisti del dibattito presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, a Roma, in occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione (World Food Day) prevista per mercoledì prossimo, 16 ottobre. Tutti i relatori presenteranno ai membri del Parlamento e delle commissioni competenti, le loro richieste e le loro proposte per sfamare il pianeta combattendo i cambiamenti climatici.
Come ogni anno alla FAO, proprio in questa settimana, la società civile prenderà parte alle riunioni del Comitato per la sicurezza alimentare mondiale (CFS).
Quest'anno il tema centrale saranno i sistemi alimentari e la nutrizione, l'agroecologia come paradigma migliore, secondo l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, per affrontare allo stesso tempo la crescita della popolazione mondiale, la crescita del numero degli affamati e la crisi climatica nel pianeta. Un modello equilibrato e biodiverso, che, associato ai mercati territoriali ed al commercio locale/regionale mette al riparo i sistemi di produzione agroalimentare da quegli impatti negativi delle politiche commerciali che, di recente, hanno colpito duramente anche i pochi prodotti "vincenti" dell'export italiano, che tanto pesano in termini sociali e ambientali sul nostro Paese.
Non ci può essere alcun Green New Deal, in Europa come in Italia, senza una transizione dall'agricoltura industriale intensiva all'agroecologia, ed un ripensamento dei nostri sistemi alimentari. Ma questo dibattito in Italia è assente, mentre occorrerebbero misure urgenti per promuovere sistemi di produzione di piccola scala, il ricambio generazionale ed una semplificazione amministrativa che permetta loro l'accesso ai mercati. Mentre i giovani, nel nostro Paese come nel resto del mondo, prendono parola e manifestano per il loro futuro.
L'evento, realizzato nell'ambito del progetto Nuove narrazioni per la Cooperazione, sarà anche l'occasione per presentare il nuovo rapporto "La Cooperazione italiana e la Coerenza delle politiche per lo Sviluppo sostenibile" dedicato ad alcune iniziative urgenti per assicurare la coerenza delle politiche italiane a livello nazionale e internazionale in tema di lotta ai cambiamenti climatici e agroecologia.
Alla presentazione interverranno anche Mamadou Goita, della rete contadina africana Roppa e del Coordinamento della società civile al Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale FAO, Silvia Diwily, della World March of Women del Mozambico e del Coordinamento della società civile al Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale FAO - Coordinamento Giovani, un/a portavoce dei Fridays for Future, e Paola De Meo, dell’Ong Terra Nuova. A moderare l’incontro sarà Monica Di Sisto dell’Associazione Fairwatch. (aise)

Newsletter
Archivi