1° UNICARTOURISM: DA DOMANI UNA DUE-GIORNI DEDICATA AL TURISMO DELLE RADICI

1° UNICARTourism: da domani una due-giorni dedicata al Turismo delle radici

ROMA\ aise\ - Sarà dedicata al turismo delle radici la prima conferenza internazionale organizzata da Unicart, domani e sabato, 18 e 19 dicembre. Promossa in stretta collaborazione con l’International Academic Research Center (IARC) di Tirana, la Direzione generale per gli italiani all’estero della Farnesina, il Ministero della cultura albanese e l’Università della Calabria, la conferenza si terrà inizierà alle 9,30 con la sessione introduttiva coordinata da Tullio Romita.
I saluti iniziali saranno portati da Nicola Leone Università della Calabria, Alfio Cariola (Direttore Dipartimento Scienze Aziendali e Giuridiche Unical) e dai rettori Alfred Josef Baldacchino – Universitas Sancti Cyrilli, Arben Gjata Medicine University Tirana, e Roland Zisi University Ismail Qemali. Con loro Roberto Galanti, Console Onorario Repubblica della Moldova A.P., e Riccardo Milici Ambassador at Large Repubblica della Liberia.
Alle 10,45 inizierà la sessione plenaria con la relazione introduttiva del consigliere Giovanni Maria De Vita (Dgit) sul tema “La governance pubblica del turismo delle radici: il ruolo del MAECI”.
Quindi, coordinati dallo stesso De Vita, i lavori proseguiranno con una sessione dedicata a Ricerca e formazione, nella quale saranno presentate pubblicazioni e studi sul turismo delle radici.
Seguirà un dibattito coordinator da Giovanni Tocci.
I lavori pomeridiani saranno suddivisi in tre sessioni in cui verrà approfondito lo stato dell’arte in Grecia, Belgio, Albania e presentata l’esperienza della Puglia. Non mancheranno, ovviamente, contributi sull’impatto dell’epidemia sul turismo.
I lavori riprenderanno sabato mattina suddivisi in quattro sessioni; una, in particolare sarà dedicata al tema “Il turismo delle radici e le comunità italiane all’estero: memoria, senso del territorio e buone pratiche”.
Nel pomeriggio altre due sessioni con altrettanti panel su "Heritage and Root Tourism".
Il dibattito finale condurrà i presenti verso la sessione plenaria finale con la consegna del premio “Viaggio delle radici” a cura dell’Universitas Sancti Cryilli A.D. 1669 di Malta e dell’International Academic Research Center d’Albania.
La chiusura dei lavori è prevista alle 18 di sabato 19 dicembre.
Il programma nel dettaglio è disponibile qui; dal sito è possibile accedere alla piattaforma zoom su cui vderranno trasmessi i lavori.  

In Italia, come in tutti i paesi del mondo, vi sono fenomeni sociali che, per la loro diffusione e le loro ricadute sul territorio e sulle persone, hanno caratteristiche molto rilevanti, ai quali, a volte, non si presta adeguata attenzione, perché non pienamente compresi (o almeno intesi nella loro effettiva rilevanza) né dai decisori pubblici né dal mondo della ricerca scientifica.
Uno di questi fenomeni è quello che ci si propone di approfondire con questo convegno scientifico internazionale, il "turismo delle radici", ovvero il fenomeno generato da persone che tornano temporaneamente nei luoghi che avevano lasciato, o che i loro parenti e / o trisavoli avevano dovuto lasciare.
Il 1° UNICARTourism vuole studiare e sviluppare gli aspetti potenziali degli argomenti di seguito specificati e condividerli con tutti i colleghi dei paesi che hanno vissuto o vivono ancora oggi la stessa esperienza. (aise)

Newsletter
Archivi