1949-2019: 70° ANNIVERSARIO D'EMIGRAZIONE DA ONORE (BERGAMO) – DI MAURO ROTA

1949-2019: 70° ANNIVERSARIO D

ONORE\ aise\ - È la terza edizione del "Ritrovo delle famiglie Scandella, Pezzoli e affini", quella che si terrà domani nel piccolo comune di Onore della Provincia di Bergamo. Con poco meno di 900 abitanti di cui una significativa quota di residenti all'estero, l'Amministrazione di Onore da qualche anno pone l'attenzione al fenomeno migratorio in collaborazione con il Centro di Ricerca D.L.C.M. (Centro di Ricerca e di Risorse in Didattica/Didattologia delle Lingue-Culture e delle Migrazioni-Mobilità www.centroricercadlcm.eu), con l'Ente Bergamaschi nel Mondo (EBM) e con il Circolo di Bruxelles dell'EBM.
Venerdì 29, sabato 30 giugno e domenica 1° luglio 2012 si erano riuniti i famigliari sparsi nel mondo delle famiglie Scandella e Pezzoli coinvolgendo anche la comunità locale. Mentre un secondo "Ritrovo" si è svolto sabato 5 ottobre 2013 nella Sala delle Conferenze del Municipio di Onore con la partecipazione di famigliari provenienti da Francia e Belgio, oltre al collegamento diretto in videoconferenza con quelli in Namibia e Australia, in occasione della presentazione del libro Souvenirs di André Scandella, una raccolta di scritti biografici riguardanti le famiglie Scandella, Pezzoli e affini: un documento autentico di storie di vita vere.
In quest'ottica, domani i rappresentanti della diaspora Scandella si riuniranno per celebrare il 70° Anniversario della partenza da Onore dei coniugi Assunta Pezzoli e Antonio Scandella con i due piccoli figli Andrino e Silvano accompagnati dal fratello Palmino Scandella. Un viaggio epico per arrivare ad Orbey, piccolo paese dell'Alsazia dove l'impresa locale "Scandella" aveva offerto un'opportunità di lavoro ad Antonio e Palmino.
Negli anni, ad Andrino e Silvano si sono aggiunti altri cinque fratelli di cui sono state raccolte toccanti testimoninaze identitarie. Souvenirs d'immigrations; J'avais un an...; La famille, c'est important; Maman nous a quittés il y a dix ans; Français sur papier, Italien de sang; Lettre pour l'Italie; sono questi i titoli significativi delle testimonianze raccolte che verranno poste all'attenzione del pubblico, oltre al collegamento in videoconferenza con i famigliari ad Atene ed Adelaide.
A coordinare i lavori di questa due giorni è Silvana Scandella, attuale Direttrice Scientifica del Centro di Ricerca D.L.C.M. e Segretaria del Circolo di Bruxelles dell'Ente Bergamaschi nel Mondo. L'attaccamento ai sette cugini alsaziani è infatti il propulsore di questa iniziativa che è stata colta con aperta disponibilità dalla nuova Amministrazione garantendo una continuità di collaborazione, già pienamente condivisa dai Sindaci precedenti Gianpietro Schiavi e Angela Schiavi.
Ci si ritrova così per "onorare" il senso e la storia dell'emigrazione bergamasca, in particolare quella di "Onore fuori da Onore", ribadendo il valore di appartenenza al proprio territorio, alle proprie origini e tradizioni, insomma, alla propria Storia.
Saranno offerti in particolare spunti di riflessione sull'impegno morale della comunità di accoglienza/appartenenza/origine nei confronti degli "emigranti di ritorno" o "di rimbalzo" che rimpatriano, proprio per non farli sentire stranieri a casa loro e superare quindi la crisi di identità di chi ha difficoltà nel riconoscersi "Emigrato Alsaziano" piuttosto che "Bergamasco/Onorese".
In effetti i flussi migratori hanno subìto una grande evoluzione dalla seconda guerra mondiale passando dall'emigrazione forzata di massa alla mobilità professionale come scelta personale, ma l'attuale situazione di grave sofferenza economica e sociale ha causato un fenomeno di "Nuova emigrazione", prevalentemente necessitata, con oltre 2.000 partenze annuali solo da Bergamo (fonte AIRE). La piena collaborazione con l'Ente Bergamaschi nel Mondo, che da ben 52 anni è attivo a supportare l'emigrazione bergamasca, consentirà, grazie all'impegno del Presidente Carlo Personeni, la meritata valorizzazione di questi attori dell'Emigrazione.
Al momento ufficiale in Municipio, accolti dal neo Sindaco Michele Schiavi, seguirà la visita al Mu.Mi.Mo (Museo delle Migrazioni-Mobilità) e una giornata dedicata alla scoperta del territorio con la visita alla regione del lago d'Iseo e Montisola. (mauro rota*\ aise)

*Coordinatore Ente Bergamaschi nel Mondo e Presidente Circolo di Bruxelles EBM


Newsletter
Archivi