45MA ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DEL CRAIC

45MA ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DEL CRAIC

MONTREAL\ aise\ - Lo scorso 19 giugno, si è tenuta l’Assemblea generale annuale del Consiglio Regionale delle Persone Anziane Italo-Canadesi (CRAIC). I presidenti dei club de l’Âge d’or affiliati si sono ritrovati presso la sede dell’organismo, al 671 dell’Avenue Ogilvy, per la presentazione del rapporto annuale 2018-2019. L’On. Marisa Ferretti Barth ha presieduto l’assemblea insieme al presidente Franco Rocchi e ai membri del Consiglio d’Amministrazione del CRAIC.
All’Assemblea hanno partecipato, oltre ai presidenti dei club, anche numerosi rappresentanti dei comitati e dei volontari.
L’On. Barth ha parlato dell’impegno dedicato nel migliorare i servizi di prima linea per coprire il maggior numero di domande nonostante le limitazioni del budget. La Senatrice ha voluto sottolineare gli eccellenti risultati del Programma Je t’écoute et je te reponds, i pranzi comunitari del martedì per gli anziani soli a rischio di isolamento, che sono stabilmente ritornati con cadenza settimanale da più di un anno e che hanno raddoppiato la media dei partecipanti.
Un altro risultato importante è stato dato dai corsi di tablet e di ginnastica articolare su sedia, i quali hanno testimoniato ampliamente la loro efficacia e continuano ad avere un gran successo. Il 2018-2019 ha segnato anche un aumento degli incontri del CRAIC presso i clubs de l’Âge d’or affiliati nonché un aumento dei dossiers trattati che hanno superato il centinaio, un traguardo ragguardevole a fronte delle risorse umane ed economiche a disposizione.
Il Presidente Franco Rocchi ha ringraziato il Consiglio d’Amministrazione, i presidenti dei clubs, i volontari e gli impiegati del CRAIC per l’impegno nel portare a compimento un altro anno di successi nel panorama dei servizi e delle attività socio comunitarie per gli anziani.
A conclusione dell’incontro, l’On. Barth ha annunciato che le attività dell’anno 2019-2020 sottolineeranno i 45 anni di fondazione del CRAIC e lo spirito di unità e che ha distinto l’organismo ed ognuno dei suoi club de l’Âge d’or di distinguersi nella Comunità italiana e più in generale in quella della grande regione di montrealese. (aise) 

Newsletter
Archivi