A TBILISI UNA FESTA DELLA REPUBBLICA ALL’INSEGNA DEL MADE IN ITALY

A TBILISI UNA FESTA DELLA REPUBBLICA ALL’INSEGNA DEL MADE IN ITALY

TBILISI\ aise\ - Passione, ingegno e creatività del Made in Italy alla Fabbrica della Seta di Tbilisi, per l’affollatissima Festa della Repubblica organizzata dalla Ambasciata italiana in Georgia e celebrata quest’anno il 3 giugno.
"Tanti eventi, in una sola serata. Per sperimentare in prima persona quello che chiamiamo VIVEREall’ITALIANA, slogan e contenuto che caratterizza tutte le nostre iniziative. La Festa Nazionale è un momento per celebrare i valori della democrazia e della libertà ed evidenziare gli straordinari progressi del rapporto con la Georgia. Ma è anche una vetrina dello stile di vita italiano. Offriamo agli amici georgiani bellezza, gusto, saper fare", spiega l’Ambasciatore Antonio Bartoli.
Cinque le mostre: “Tour around Italy”, con immagini del Bel Paese che raccontano stile, tecnologie, enogastronomia e paesaggi messe a disposizione dall'Agenzia ANSA; “50+! Il Grande Gioco dell'Industria”, sulla storia del design italiano narrata dagli oggetti iconici del passato e del presente, realizzata da Museimpresa, l’associazione dei musei dei marchi italiani più famosi; “I Borghi più belli” per scoprire, al di fuori del circuito delle grandi città d’arte, il fascino dei paesini più caratteristici e autentici della Penisola; il “Premio Architettura italiana 2018”, una galleria dei migliori progetti dedicati all'architettura contemporanea e ai paesaggi urbani. Contemporaneamente, al Museo Nazionale di Georgia, si è aperta “Immagica”, un suggestivo viaggio multimediale lungo oltre cinque secoli di arte italiana, da Giotto a Canova.
La moda è scesa in passerella, con una sfilata di nuovi brand italiani organizzata in collaborazione con CNAFedermoda e il Consorzio Centergross (un colosso da 5 miliardi di euro di fatturato). Presentati in questa occasione collezioni uomo e donna, un caleidoscopio di materiali e colori, bellezza ed eleganza.
Quindi, la musica: oltre agli inni nazionali eseguiti dalla famosa soprano italo-georgiana Iano Tamar, sono state proposte le più belle colonne sonore di tre maestri italiani, Morricone, Rota e Piovani, interpretate da Mario Stefano Pietrodarchi, virtuoso bandoneonista, conosciuto e amato dal pubblico georgiano. Pietrodarchi è stato accompagnato da musicisti dell'Orchestra da Camera Statale di Tbilisi.
Sul fronte gastronomia, con il Made in Italy “patrimonio universale” a tavola, protagonisti principali sono state tre eccellenze gastronomiche: Prosecco, Parmigiano Reggiano e Mortadella. Al culmine della serata, show cooking per incantare occhi e palati con gli spaghetti alla bolognese, preparati dallo chef Stefano Boselli.
La celebrazione, un vero e proprio Festival italiano, è stata organizzata dall’Ambasciata in collaborazione con l’Agenzia Ice e il sostegno di molti sponsor. (aise) 

Newsletter
Archivi