ALDERISI (FI) A FILADELFIA INCONTRA IL CONSOLE GENERALE FORLANO: SUPEREREMO INSIEME QUESTO MOMENTO

ALDERISI (FI) A FILADELFIA INCONTRA IL CONSOLE GENERALE FORLANO: SUPEREREMO INSIEME QUESTO MOMENTO

FILADELFIA\ aise\ - La senatrice Francesca Alderisi (FI), eletta nella Circoscrizione Estero, ormai già da diverse settimane in Nord America, si è recata in Pennsylvania per incontrare il console generale d’Italia a Filadelfia, Pier Forlano.
“In questi giorni difficili per l’emergenza Coronavirus, alla luce del mio ruolo di senatore eletto nella Circoscrizione Estero, trovo più che mai significativo continuare a essere tra i nostri connazionali oltreconfine, portando un messaggio di vicinanza e di conforto ai tanti italiani che dall’estero seguono con preoccupazione gli sviluppi della situazione in Italia e da cui ricevo richieste di informazioni; un messaggio di fiducia nel nostro Paese e anche di positività e ottimismo per quanto sta vivendo la nostra Patria”, ha dichiarato Alderisi.
Nel corso del colloquio con il console generale Forlano, racconta, “ho avuto conferma del grande lavoro della rete consolare nel rispondere alle diverse esigenze dei nostri connazionali oltreoceano nell'attuale crisi sanitaria. Sono circa 25 mila gli italiani iscritti all’Aire, distribuiti nel vasto territorio della giurisdizione consolare”, ha ricordato Alderisi.
L’incontro è stato l’occasione per “conoscere la molteplicità di eventi di promozione culturale promossi dal Consolato Generale con l’aiuto di associazioni non profit di italo-americani e le iniziative in cantiere nell’ambito della diffusione della lingua italiana”, ha riferito la parlamentare eletta all'estero. “Dal piacevole confronto con il personale della sede consolare è emersa la necessità di semplificazione della documentazione di esistenza in vita e Red-Est durante questa emergenza sanitaria, al fine di agevolare gli utenti più anziani”.
La senatrice FI ha sottolineato che “mai come ora dobbiamo essere fieri della nostra rete diplomatico-consolare, negli Stati Uniti e nel resto del mondo, per il suo sforzo esemplare in un periodo così critico e impegnativo. Ora più che mai dobbiamo sentirci orgogliosi delle nostre radici, delle nostre origini. Siamo italiani e questo è il momento di dimostrare che il nostro non è un Paese qualunque. Sono quindi felice”, ha concluso, “di poter essere qui negli Stati Uniti, vicina ai nostri connazionali all’estero, a rappresentare la nostra Patria, con la certezza che tutti insieme supereremo questo momento difficile”. (aise)


Newsletter
Archivi