“AMAZZONIA: SFIDE E PROSPETTIVE PER LA CASA COMUNE” IL CONVEGNO ALL’UNIVERSITÀ GREGORIANA

“AMAZZONIA: SFIDE E PROSPETTIVE PER LA CASA COMUNE” IL CONVEGNO ALL’UNIVERSITÀ GREGORIANA

ROMA\ aise\ - Si terrà giovedì 16 maggio, dalle 9.15 alle 18.30, presso la Pontificia Università Gregoriana, un convegno in preparazione del Sinodo per la regione Panamazzonica dal titolo: “Amazzonia: sfide e prospettive per la Casa Comune”.
Il convegno è promosso dalla Facoltà di Teologia della Gregoriana e dalla REPAM (Rete Ecclesiale Panamazzonica), in collaborazione con il Dicastero per il Servizio allo Sviluppo umano integrale, il Joint Diploma in Ecologia Integrale delle Università Pontificie Romane e il Movimento cattolico mondiale per il Clima. Dopo un messaggio iniziale del Cardinal Peter K.A. Turkson, Prefetto del succitato Dicastero, interverranno il Cardinal Claudio Hummes, Presidente della REPAM e Relatore generale del Sinodo, e il Cardinal Pedro Ricardo Barreto SJ, Vice Presidente della REPAM e arcivescovo di Huancayo (Perù).
La giornata di studio analizzerà alcune vie percorribili in vista del Sinodo per la regione Panamazzonica che si terrà dal 6 al 27 ottobre 2019. Le esperienze pastorali (David Romero SJ, Pablo Mora Mendonza SJ, Roberto Carrasco Rojas OMI), la spiritualità indigena (Adelson Araujo Dos Santos SJ) e l’analisi delle minacce al popolo indigeno, alla foresta e al bacino acquifero (Mauricio Lopez, segretario esecutivo della REPAM; Giacomo Costa SJ) delineano l’importanza dell’Amazzonia per il benessere integrale umano (Sr. Gloria Liliana Franco Echeverri ODN; Augusto Zampini Davies, Tomas Insua).
L’Amazzonia, polmone del nostro pianeta e “ponte verso altri biomi essenziali del mondo” (Documento Preparatorio al Sinodo), rappresenta “tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri” (LS 49). Lo studio degli aspetti fondamentali amazzonici e delle esperienze vissute possono stimolare a leggere i “segni dei tempi” e a vedere, giudicare e agire per rispondere all’invito di Papa Francesco “a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta”. (aise) 

Newsletter
Archivi