AZIONI DI DIPLOMAZIA ECONOMICA DEL SISTEMA ITALIA IN BRASILE

AZIONI DI DIPLOMAZIA ECONOMICA DEL SISTEMA ITALIA IN BRASILE

SAN PAOLO\ aise\ - Ambasciata d’Italia a Brasilia e Consolato Generale a San Paolo impegnati ieri, 10 settembre, in una riunione di diplomazia economica per sondare opportunità future del sistema autostrade e di quello moda design sul mercato brasiliano. Obiettivo dell’incontro del sistema diplomatico italiano in Brasile con un gruppo di oltre venti imprese di questi tre settori, spiega il Consolato generale, è migliorare in un caso e di rafforzare nell’altro la loro presenza nel mercato brasiliano.
Diversa, infatti, la situazione tra settori autostrade e quelli dei beni di consumo come moda e design.
Nel caso delle autostrade, diversi gruppi italiani - da Gavio ad Atlantia fino all’italobrasiliano Triumfo - hanno già una posizione dominante nella gestione autostradale in Brasile e in particolare nello stato di San Paolo, con oltre 3.000 km di autostrade gestite. Con loro, quindi, si tratta di approfondire nuove forme di business, a cominciare dalle autostrade smart da portare avanti attraverso il coordinamento tra diversi gruppi italiani anche di settori diversi e fiduciosi sulle opportunità anche a breve termine del mercato brasiliano.
Diverso è il punto di partenza delle aziende che esportano in Brasile beni di consumo destinati a fasce alte del mercato, come appunto la moda e i prodotti di design italiani, attualmente poco competitivi per un pubblico esteso e limitato alle fasce ad alto potere d’acquisto, anche a causa dei dazi all’importazione. In questo caso, l’obiettivo dell’azione diplomatica è di mettere a punto azioni che tutelino i prodotti italiani contro la contraffazione e verificare come agire per tempo per ottimizzare le grandi opportunità offerte dalla prossima apertura dovuta all’accordo UE-Mercosul.
Azioni come queste, evidenziano da San Paolo, si ripetono con frequenza grazie all’azione e all’iniziativa della rete diplomatico consolare italiana in Brasile guidata dall’ambasciatore Antonio Bernardini e che solo questa settimana prevede una serie di appuntamenti tra San Paolo e Rio de Janeiro tutti volti ad aprire nuove strade ai gruppi italiani. (aise) 

Newsletter
Archivi