BUILDING: A MILANO UNA CONVERSAZIONE CON MARCO ANDREA MAGNI E FRANCESCA PASINI

BUILDING: A MILANO UNA CONVERSAZIONE CON MARCO ANDREA MAGNI E FRANCESCA PASINI

MILANO\ aise\ - In occasione della mostra “Materie, spazi, visioni” in cui la Galleria Building espone a Milano opere di Sophie Ko, Valerie Krause, Marco Andrea Magni, martedì prossimo, dalle 18.00, a Via Monte di Pietà 23 prosegue il ciclo di approfondimenti con una conversazione con Marco Andrea Magni e Francesca Pasini, curatrice, storica e critica dell’arte.
Modera l’incontro Giorgio Verzotti, curatore, storico e critico dell’arte.
“Per Marco Andrea Magni l’architettura è relazione. (…) Le fondamenta della sua architettura sono la conoscenza emotiva e la convivenza archetipica”, argomenta Francesca Pasini. “Omero, i vasi attici, il teatro nato insieme alla democrazia ateniese, le grotte rupestri, i tappeti, i templi, le strade e i ponti romani, gli enigmi del cielo, la scienza antica e moderna sono tutte costruzioni che precedono e s’intersecano all’immenso sforzo di costruire. Magni filtra molti di questi precedenti e li distilla nelle sue sculture”.
Marco Andrea Magni nasce nel 1975 e vive e lavora a Milano. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Brera, consegue qui un master FSE in Tecniche di Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive. Frequenta il corso in Arti Visive presso la Fondazione Antonio Ratti a Como curato da Angela Vettese e Giacinto di Pietrantonio, con Richard Nonas. Allo IUAV di Venezia partecipa a seminari di filosofia con Giorgio Agamben, di storia dell’architettura con Roberto Masiero e d’arte visiva con Remo Salvadori. Lavora sulla condizione della possibilità e dell’occasione riabilitando l’esperienza corporea declinata in una scultura.
Il suo lavoro si articola lungo un percorso che scorre dalla filosofia morale alla riflessione artistica, dall’esperienza della scultura fino a trovare il proprio epicentro in un’interrogazione con l’altro che diventa interlocutore e misura. Le opere sembrano dei modi di stare nel mondo, si predispongono a seguirne le forme, accogliendo di volta in volta le misure giuste per starvi dentro. Tra le sue ultime mostre personali nel 2019 si ricordano Medicamenta, a cura di Matilde Galletti, Palazzo Bernetti Evangelista, Fermo. Fuggisole, Galleria FuoriCampo, Siena, Touché, Il Crepaccio Instagram Show, a cura di Caroline Corbetta. (aise) 

Newsletter
Archivi