CANTON: RIATTIVATA IN CINA LA MODALITÀ “PREVENZIONE E CONTROLLO”

Canton: riattivata in Cina la modalità “prevenzione e controllo”

CANTON\ aise\ - “Con l’approssimarsi del capodanno cinese e l’imminente chiusura delle scuole e delle fabbriche, in Cina è stata riattivata la modalità “prevenzione e controllo” con priorità assoluta”. È quanto riferisce il Consolato Generale d’Italia a Canton in riferimento alle misure delle autorità locali per contrastare il diffondersi del Coronavirus.
“11 le zone a medio e alto rischio individuate dal governo tra le province di Henan, Hebei, Liaoning, Heilongjiang, Jilin, dove nelle ultime settimane sono stati rilevati nuovi focolai, immediatamente circoscritti con le ormai consuete misure di quarantena su larga scala”, continua il Consolato. “Classificati a rischio anche Hong Kong, Taiwan e tutti i Paesi stranieri”. Come spiega il Consolato Generale, “la quarantena è obbligatoria per chiunque provenga dalle aree sopra citate”.
Inoltre “sono nuovamente attuate misure di controllo, esibendo i codici sanitari sui cellulari per chiunque acceda a complessi residenziali, edifici per uffici, centri commerciali, ristoranti, mercati. Rinnovato l’invito a portare mascherine nei luoghi pubblici e a praticare il distanziamento sociale. Sconsigliati i tradizionali banchetti pre-Capodanno” e, rende noto ancora il Consolato Generale, “anche nelle città classificate a rischio basso/nullo, come Canton, cittadini cinesi e stranieri si sottopongono disciplinatamente alle procedure in vigore in tutto il Paese”.
Infine, conclude il Consolato, “sebbene i contagi giornalieri registrati siano nell’ordine di decine, in alcuni casi di qualche centinaia, una gestione prudente delle masse richiede l’adozione di misure chiare e trasparenti valide per tutti”. (aise)


Newsletter
Archivi