CARACAS/ L’AVVISO DEL CONSOLATO AI CONNAZIONALI: NON SI PAGA PER GLI APPUNTAMENTI, ATTENTI ALLE FRODI

CARACAS/ L’AVVISO DEL CONSOLATO AI CONNAZIONALI: NON SI PAGA PER GLI APPUNTAMENTI, ATTENTI ALLE FRODI

CARACAS\ aise\ - Continuano le segnalazioni all’Ambasciata e agli Uffici consolari italiani in Venezuela di persone che offrono e pubblicizzano, anche sulle reti sociali, "servizi" per ottenere a pagamento appuntamenti tramite il sistema informatico di gestione delle prenotazioni.
In una nota pubblicata oggi dal Consolato generale a Caracas, l’Ambasciata e gli Uffici consolari ribadiscono la loro condanna di questo genere di attività.
“Il servizio “prenota online” é un servizio completamente gratuito. L'utilizzo di questi mediatori non è una soluzione alle difficoltà di prenotazione, bensì ne è spesso la causa principale in quanto occupano di proposito decine di spazi d'appuntamento e impediscono ai singoli utenti di accedervi”, scrive il Consolato invitando “tutti gli utenti che abbiano notizia di tali pratiche fraudolente a informarne gli Uffici consolari e a rifiutare qualsiasi pagamento”.
“Per parte nostra, - conclude il Consolato – in tutti i casi in cui é stato possibile comprovare comportamenti illeciti, si é proceduto a segnalarne i responsabili alla Procura presso il Tribunale di Roma, mentre il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che gestisce centralmente il sistema di prenotazione, sta studiando rimedi tecnici per impedirne l’azione”. (aise) 

Newsletter
Archivi