COMUNITÀ SI DIVENTA

COMUNITÀ SI DIVENTA

ROMA – focus/ aise - L'ECAP di Zurigo compie 50 anni. La fondazione avviò infatti le sue attività in Svizzera nel 1970. Nel 2020 festeggia quindi il cinquantesimo anniversario.
"È un traguardo prestigioso che ci riempie d’orgoglio", afferma il direttore Guglielmo Bozzolini. "La piccola organizzazione delle origini è diventata con il tempo uno dei più grandi enti di formazione attivi in Svizzera, con nove sedi regionali, più di 950 collaboratrici e collaboratori e 50.000 persone che ogni anni anno frequentano uno dei nostri corsi".
"Tutto questo", aggiunge Bozzolini, "lo dobbiamo all'impegno di tantissime persone che nel corso di questi anni hanno in qualche modo collaborato con noi" e con le quali l'ECAP intende festeggiare.
Sabato 27 giugno, a partire dalle ore 14, presso il Kursaal Berna insieme a collaboratori e collaboratrici dell'ECAP ci saranno anche il segretario generale della CGIL, Maurizio Landini, la presidente di Unia, Vania Alleva, e il presidente della Federazione Svizzera per la formazione continua FSEA, Matthias Aebischer, che apriranno la giornata subito dopo i saluti e l'introduzione del direttore Bozzolini.
In programma poi una tavola rotonda con la presidenza uscente e quella nuova dell'ECAP, un intermezzo musicale con il Coro delle Nazioni di Soletta, le celebrazioni delle collaboratrici e dei collaboratori con oltre 15 anni di servizio e, per finire, aperitivo e cena.
Erano 338, quasi tutti originari di Trento, e il 21 febbraio nel 1874 arrivarono in Brasile, a Vitoria. Una settimana dopo raggiunsero l’allora Santa Cruz, dove Pietro Tabacchi aveva una grande fattoria all’interno di una grande proprietà dove poi nacque Nova Trento.
Per celebrare i pionieri della grande emigrazione italiana in Brasile, il prossimo 28 febbraio a Casa d'Italia di Espírito Santo, ad Aracruz, nel distretto di Guaranà, verrà celebrata la Giornata nazionale del migrante italiano.
La Giornata verrà celebrata il 28 – spiegano gli organizzatori – in memoria dell’arrivo dei migranti nel distretto di Guaraná, vicino all’antica proprietà di Tabacchi.
Appuntamento dalle 18.00 nel Museo dell’emigrazione italiano e poi, dalle 19.00, nella sede dell’associazione de Moradores dove oltre al migrante italiano verrà celebrato il 75° anniversario della conquista di Monte Castello da parte della Forza di Spedizione Brasiliana (FEB).
“Venite! Rendiamo omaggio ai nostri antenati!” l’invito degli organizzatori: Italia Unita, Casa d’Italia, patronato Inca, Alcies, Acic Comites Rio de Janeiro, Prefettura Aracruz. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi