COOPERAZIONE IN DIVISA

COOPERAZIONE IN DIVISA

ROMA – focus/ aise - Con la donazione di attrezzature informatiche per l’allestimento di un’aula multimediale in una scuola di Štrpce/Shtërpce e di attrezzature sanitarie per un Centro di medicina familiare Mališevo/Malishevë, rese disponibili dall’Associazione Nazionale Alpini (ANA) di Trento, dal Consultorio familiare e da una associazione di Velletri, si è concluso un progetto di Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) di supporto all’educazione ed alla sanità.
Il progetto è nato su iniziativa dell’ANA di Trento che, nello scorso mese di dicembre, ha avviato una raccolta fondi tra tutti i gruppi alpini della provincia. La cellula CIMIC del Multinational Battle Group West ha deciso, in base alle necessità, ove destinare le donazioni.
Presso la scuola elementare “Saja Markovic” del villaggio Gornja Bitinja/Biti, frequentata da circa 100 alunni di etnia serba è stata allestita un’aula multimediale con attrezzature informatiche.
Al taglio del nastro erano presenti l’ambasciatore d’Italia Piero Cristoforo Sardi, il presidente dell’ANA di Trento Maurizio Pinamonti, il comandante del MNBG-W Colonnello Gianfranco Di Marco, il direttore della Scuola Mile Stojavovio e rappresentanti delle istituzioni locali.
Due defibrillatori ed un elettrocardiografo sono stati donati al Centro di medicina familiare “Dr. Shpetim Robaj” della municipalità di Mališevo/Malishevë a maggioranza kosovaro-albanese.
Il direttore del Centro, Nuhi Morina, ha ringraziato il Presidente dell’ANA di Trento ed il Comandante del MNBG-W perché le nuove attrezzature non solo elevano la qualità dei servizi offerti alla popolazione locale, ma offrono la possibilità concreta di salvare vite umane. Da Pristina ci spostiamo a Camp Arena, sede del Train Advise and Assist Command West di Herat, il Comando multinazionale a guida italiana su base Brigata Aeromobile “Friuli”, dove si è svolto un corso sulle tecniche di creazione degli effetti visivi a favore dell’Associazione donne giornaliste di Herat.
Il corso, nato da una specifica richiesta della Direttrice dell’Associazione, ha riguardato l’utilizzo di programmi di Visual Effects (VFX) per il disegno grafico e l’animazione.
Il Contingente Italiano della missione in Afghanistan continua a portare avanti progetti mirati a favorire l’integrazione delle donne afgane nelle Istituzioni e nella società. In particolare, si ricorda la mostra fotografica organizzata dell’Associazione donne giornaliste di Herat nell’ambito del Women International Day svoltosi nel mese di marzo, oltre a vari seminari e attività di addestramento, consulenza e assistenza costantemente svolte per favorire l'integrazione del personale femminile nelle Forze di Sicurezza afgane. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi