CORONAVIRUS: SOLIDARIETÀ TRA BELGIO E ITALIA

CORONAVIRUS: SOLIDARIETÀ TRA BELGIO E ITALIA

BRUXELLES\ aise\ - Partito da Herstal, in Belgio, un carico di materiale sanitario è arrivato a Bergamo all'"Ospedale degli Alpini", frutto dell'iniziativa "Tous unis contre le coronavirus" lanciata dalla rete diplomatico-consolare italiana del Belgio che ha raccolto l'adesione di alcuni "donatori" della provincia di Liegi. Grazie alla sinergia del Console Onorario a Liegi, Dominique Pitta, e del Console Generale a Charleroi, David Michelut, si è infatti concretizzata la donazione di materiale sanitario alla città di Bergamo.
È così che all’appello di aiuto lanciato dalla Protezione Civile italiana hanno aderito una ventina di donatori della comunità italo-belga raccogliendo materiale sanitario donato dagli Ospedali Senza Frontiere di Namur, dal Rotary Club di Verviers, dalla Fondazione Euritalia e da altri sponsor tra cui l'impresa Jacobs Group che si è incaricata del trasporto del materiale al nuovo "Ospedale degli Alpini" di Bergamo. Ovvero il presidio ospedaliero allestito a tempo di record alla Fiera di Bergamo utilizzando la struttura dell'Ospedale di Emergenza dell'Associazione Nazionale Alpini grazie al lavoro instancabile donato gratuitamente da innumerevoli artigiani bergamaschi.
Con il prezioso carico complessivo di 60m3 i responsabili dell'ospedale bergamasco hanno ricevuto alcune bombole di ossigeno, di cui alcune maxi, diverse apparecchiature come il letto attrezzato e prezioso materiale chirurgico.
Un ringraziamento alla rete diplomatico-consolare italiana in Belgio per "le travail extraordinaire mené par le Consul Honoraire d’Italie à Liège et le Consulat Général d'Italie de Charleroi" giunge dal gruppo di donatori che hanno risposto con slancio immediato all'appello sottolineando il rapporto di amicizia che lega le due popolazioni.
Il Console Generale David Michelut, in contatto con chi scrive, Presidente del Circolo di Bruxelles dell'Ente Bergamaschi nel Mondo, ha trasmesso i ringraziamenti dei responsabili del Presidio Medico Avanzato dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) Papa Giovanni XXIII di Bergamo per la ricezione del prezioso stock di materiale sottolineando anche l'efficiente ruolo dell'amministrazione capillare del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale rappresentato in Belgio dall'Ambasciatrice Elena Basile.
"In somma urgenza, invio le foto circa il Vs prezioso carico giunto stamane a Bergamo Ospedale Fiera e preso in carico. Intanto…Grazie tante!". Riconoscenza quindi da Bergamo per il buon esito dell'iniziativa quale lodevole testimonianza di solidarietà nei confronti dell'Italia ed in particolare di Bergamo da parte della comunità italobelga in Belgio. (mauro rota*\aise)
* Presidente Circolo di Bruxelles dell'Ente Bergamaschi nel Mondo 

Newsletter
Archivi