DAGLI EMILIANO ROMAGNOLI DI SAN PAOLO UN AIUTO ALLA COMUNIDADE INAMAR

DAGLI EMILIANO ROMAGNOLI DI SAN PAOLO UN AIUTO ALLA COMUNIDADE INAMAR

SAN PAOLO\ aise\ - Il Circolo Emilia-Romagna di San Paolo si è attivato per sostenere la Comunidade Inamar fondata dal piacentino Franco Rigolli per un progetto finanziato dal Banco do Brasil.
A rilanciare la notizia è la Consulta degli emiliano romagnoli nel mondo: il Banco do Brasil (BB) – spiega -, attraverso una sua fondazione dedicata alla filantropia e allo sviluppo sociale, la Fundação Banco do Brasil (FBB), ha pubblicato un bando che permetteva ai dipendenti di indicare associazioni dove svolgevano volontariato, con progetti che potevano promuovere sviluppo sociale e sostenibile all’interno di comunità bisognose.
La presidente della associazione “Circolo Emilia-Romagna di San Paolo”, Adriana De Lucca - che è anche dipendente della banca – ha contattato le sorelle Rigolli, Carolina e Carmen, con le quali ha lavorato per presentare un progetto alla Fondazione, contestualizzandolo all’interno della realtà della comunità e della scuola, la “Comunidade Inamar” fondata dal corregionale Franco Rigolli.
Il progetto è stato scelto con altri 14, ed è stato classificato dalla FBB come iniziativa nazionale.
“Oltre che un successo per la nostra comunità, l’ottenimento del contributo è stato un riconoscimento importante per il lavoro svolto da Adriana De Lucca, dipendente del Banco do Brasil e neo presidentessa del Circolo Emilia-Romagna di San Paolo”, sottolinea l’associazione emilianoromagnola. “Grazie al contributo ricevuto (R$ 90.000,00 - +/- 15.000 euro) sarà possibile comprare diversi computer e altre attrezzature per allestire un’aula per l’insegnamento di informatica e corsi correlati ai bambini. Inoltre, sarà possibile pagare insegnati che svolgeranno le lezioni per 12 mesi”.
“Questo progetto ed il supporto della FBB può significare un'opportunità per rendere ancora più visibile l’importante lavoro che la Comunidade Inamar fa in una delle favelas più povere di San Paolo”, riflettono dal Brasile. “Il contributo arriva in un momento difficile per la Comunidade Inamar perché nello scorso mese di marzo la scuola è stata presa di mira dai ladri che hanno rubato attrezzature e materiali di valore per la scuola, nonché vandalizzato alcune aule. Il contributo è una donazione elargita dal Banco do Brasil e l’uso di questi soldi dovrà essere seguito e rendicontato da Adriana De Lucca personalmente”. (aise) 

Newsletter
Archivi