“DOVE ANDARE, DOVE TORNARE”: A ROMA IL SAGGIO DI LETTERATURA GIULIANA E DALMATA DELL’ESODO

“DOVE ANDARE, DOVE TORNARE”: A ROMA IL SAGGIO DI LETTERATURA GIULIANA E DALMATA DELL’ESODO

ROMA\ aise\ - Carta Adriatica e la Società di Studi Fiumani in Roma presenteranno il prossimo 8 maggio, presso l’Archivio Museo Storico di Fiume, il volume “Dove andare, dove tornare, saggio di letteratura giuliana e dalmata dell’esodo e della Comunità nazionale italiana oltreconfine”.
Presentato a Bologna lo scorso febbraio nella Sala Stampa di Palazzo d’Accursio, sede della Città Metropolitana di Bologna e in altre sedi istituzionali del territorio, il volume edito da Carta Adriatica, commissionato dal Comune felsineo e dal Comitato ANVGD bolognese, è dedicato ai più significativi autori giuliani e dalmati che dal primo Novecento ai nostri giorni hanno ben rappresentato la cultura letteraria dell’Adriatico orientale, non sempre adeguatamente riconosciuta dalla critica italiana.
“Con questo volume – si legge nella quarta di copertina di Dove andare, dove tornare – si vuole dare ancora voce agli autori per i quali l’esercizio della scrittura ha significato il coraggio di difendere la propria persistenza nel tempo. Secolari incroci di popolazioni, contaminazioni di lingue, condivisioni di luoghi, hanno reso quella civiltà letteraria un grande tesoro di esperienze, conoscenze, visioni, che ai nostri giorni restano del tutto attuali”.
Salvando la bellezza con la letteratura.
La presentazione inizierà alle 18.00 nella sede dell’Archivio Museo Storico di Fiume (Via Antonio Cippico 10) alla presenza di Giovanni Stelli (Presidente Società Studi Fiumani), Marino Segnan (Presidente ANVGD - Bologna), Marino Micich (Direttore Archivio Museo Storico di Fiume), Diego Zandel (scrittore) e le autrici, Giusy Criscione e Patrizia C. Hansen. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli